0 3 mins
IlSudOnLine

Enrica Procaccini

Una manovra di corto respiro. La legge di bilancio del governo gialloverde dimentica i giovani e ipoteca il futuro del Paese. Chili di cambiali in bianco che peseranno sulle prossime generazioni. Gli under 40 della Confindustria, riuniti per la tradizionale kermesse di Capri, mostrano tutta la loro allegria per la manovra economica che, secondo il leader dei giovani imprenditori, Alessio Rossi, rappresenta “un ritorno al passato”.
Nella prima giornata del convegno caprese non c’è nessuno del governo a fare da controcanto alle accuse che arrivano dal palco. Forse solo oggi ci sarà il ministro degli Affari europei, Paolo Savona, sempre che riesca a incastrare l’appuntamento isolano con l’imprevisto consiglio dei ministri convocato d’urgenza dopo il giallo del comma scomparso e ricomparso del decreto fiscale. Alessio Rossi va giù duro: “Basta con le sceneggiate delle manine misteriose, fanno ridere. Anzi, quando coinvolgono le più alte istituzioni della Repubblica, fanno piangere”.

 

La legge di Bilancio al centro della prima giornata del convegno degli under 40 di Confindustria. Atteso oggi l’intervento del ministro Savona

Ma le critiche non si fermano qui. Il reddito di cittadinanza? “Mi piacerebbe più il reddito di sviluppo”. Quota cento per le pensioni? “Sarà un macigno sui contribuenti futuri”. L’Unione europea? “Non abbiamo nessuno nostalgia di lire e di dogane”.
Sul palco si alternano le voci critiche dei corrispondenti dei giornali stranieri in Italia, ma anche quella di Mister Spending review e candidato per una manciata di ore alla presidenza del consiglio dei ministri, Carlo Cottarelli. “ “Questa è una manovra di vecchio stampo che ci fa ripiombare negli anni Settanta, quando si pensava di fare la crescita con il deficit”. I margini di trattativa con Bruxelles, per il professore della Cattolica, sono pressoché inesistenti: “La commissione europea boccerà il documento, ma il governo lo confermerà. Alcune voci di spesa accresceranno il debito di 45 miliardi nei prossimi tre anni”.
Come uscire dalla tempesta? L’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, ritiene che lo Stato possa vincere la battaglia contro “quel rancore creato dall’incontro tra tecnologia e sofferenza”. Lo ha dimostrato Genova, per il manager pubblico, con il lavoro dei pompieri che hanno scavato tra le macerie del ponte crollato. O Amatrice dove, anche grazie al contributo dell’Agenzia per lo sviluppo del Paese, è stata ricostruita la scuola crollata dopo il terremoto.
Resta da capire dove sono quei consensi raccolti alle ultime elezioni e soprattutto negli ultimi sondaggi che danno in crescita le forze di governo. Certo non qui a Capri dove la frettolosa bocciatura di reddito di cittadinanza e Quota cento rischia di far perdere ai giovani il contatto con la realtà o quanto meno con i temi che sono più a cuore agli italiani dopo otto anni dall’inizio della grande…

Leggi di più

Le notizie sui giornali di venerdì 19 ottobre: spread alle stelle, scintille fra Lega e M5S
Le principali notizie in evidenza sui giornali di oggi, venerdì
IL COMMENTO. Euroscettici sì, ma non troppo
Antonio Troise Euroscettici sì, ma non troppo. E, sicuramente, non
LE NOTIZIE DEL GIORNO. Stop al test di medicina, tagli ai vitalizi, corsa al condono…
La sintesi delle principali notizie in evidenza sui giornali di
LE NOTIZIE DEL GIORNO. Via libera alla manovra, ora il verdetto Ue
Una rapida rassegna delle notizie in evidenza sui giornali di
Terzo Tempo
0 2 mins
IlSudOnLine

Entro il 2025 più della metà dei lavori attualmente esistenti sarà svolta da un robot. È quanto prevede uno studio dell’autorevole World Economic Forum, secondo il quale nei prossimi 7 anni oltre il 50% delle attuali mansioni lavorative sarà eseguita da macchine automatizzate, contro il 29% di oggi.

Tale trasformazione avrà un profondo effetto sulla forza lavoro globale. «Senza volere entrare nel merito se tale “progresso” porterà o meno ad una crescita della disoccupazione, quello che a noi preoccupa maggiormente è la  possibile disumanizzazione dell’essere umano» spiega lo psicologo Stefano Benemeglio (www.stefanobenemeglio.com), padre delle Discipline Analogiche, direttore scientifico dell’Università Popolare delle Discipline Analogiche (www.upda.it).

Fino a pochi anni fa era impensabile potere indossare uno smartwatch per monitorare la nostra velocità o il nostro battito cardiaco, ascoltando musica, controllando le email e ricevendo nel contempo allerte sul meteo. Oggi invece tutto questo è diventato realtà e presto saranno disponibili sul mercato le prime interfacce uomo-device che sembrano arrivare direttamente da un episodio di Star Trek.

A preoccupare gli analisti dell’Università Popolare delle Discipline Analogiche(www.upda.it) non è tanto l’automazione di 75 milioni di mansioni svolte oggi dall’uomo quanto gli effetti a livello psicologico e sociale di un’automazione a così grande scala.

«Ed ancora più preoccupante è l’integrazione uomo-macchina. I nostri corpi saranno così trasformati nei controllori biologici dei nostri dispositivi digitali» sostiene puntualizza Samuela Stano, presidente dell’Università Popolare delle Discipline Analogiche (www.upda.it).

La tecnologia si sta chiaramente spostando dall’esterno all’interno dei nostri corpi. Si va verso la creazione di circuiti flessibili stampati su pellicola che potranno essere applicati sulla nostra pelle consentendo un’ampia gamma di utilizzi diversi, dal supporto per il business ai sistemi che offrono consigli per la vita quotidiana.

«Il cambiamento è tanto radicale da essere in grado di disumanizzare l’essere umano. L’unico modo per affrontarlo è la consapevolezza. Senza consapevolezza tutto questo progresso porterà ad alterare l’equilibrio psicologico, alla dipendenza emotiva, al narcisismo egoico e perfino al delirio di onnipotenza» specifica il padre dell’immenso patrimonio culturale rappresentato dalle Discipline Analogiche,Stefano Benemeglio.

Leggi di più

Scintille apre la stagione del teatro Verga di Catania
Di FAUSTA TESTAJ’ Il  9 Ottobre è cominciata la stagione
LA LETTURA. Una sinfonia di Santi al tempo del beato Faà di Bruno
Il mio soggiorno a Torino, mi ha dato l’opportunità di
Autunno all’Odeon, due pièce nel rinato teatro di Taormina
Di Fausta Testaj’ La Fondazione Taormina Arte Sicilia per il ricco programma
Le reti
0 2 mins
IlSudOnLine

Si terrà lunedì prossimo 22 ottobre (alle 10), presso il Palazzo delle Aquile a Palermo, la presentazione del progetto “Amoru’- Troppo amore uccide”, volto a creare una rete territoriale antiviolenza e ad accogliere le richieste di aiuto di donne e bambini in fuga da un vissuto quotidiano di violenza. Il progetto è promosso dalla Life and Life, insieme ad una rete di associazioni ed enti territoriali; è finanziato dalla Fondazione Con il Sud. Sono in tutto 2.000 le donne e 100 i minori con i quali l’iniziativa si interfaccerà in tre anni, grazie al sostegno economico della Fondazione nell’ambito del “Bando Donne” messo a punto proprio per il contrasto della violenza di genere.
Capofila di una ricca rete di realtà, che operano concretamente sul territorio, è la Life and Life, organizzazione umanitaria internazionale, la cui sede in un bene confiscato alla mafia potrebbe servire per uno dei tre sportelli previsti. Mentre le diverse realtà sono: Asd Indiscipline, Aidim Palermo, associazione “Benessere Lab”, Associazione Diritti Umani Contro Tutte Le Violenze “Co.Tu.Le Vi.”, Centro Studi Pio La Torre onlus, Consorzio Arca, Cooperativa Sociale “Sambaia”, cooperativa sociale “Migma”, associazione “Simegen” e le sezioni Fidapa di Villabate, Altavilla Milicia e Bagheria. Il progetto è nato dalla considerazione che in molti comuni della provincia di Palermo “sono ancora veramente pochi i luoghi fisici deputati ad accogliere le richieste di aiuto di donne e bambini in fuga da un vissuto quotidiano di violenza”, come sottolineano dalla Fondazione. Grazie alla nascente “Rete metropolitana Antiviolenza”, perciò, si potrà sensibilizzare la popolazione locale sul fenomeno della violenza attraverso percorsi di affettività e assertività. Si faranno anche incontri tematici nelle scuole, a partire da quella dell’infanzia, per dare modo alle nuove generazioni di comprendere che rispettare se stessi e gli altri costituisce il sicuro antidoto a qualunque forma di discriminazione.

Leggi di più

A Palermo l’impianto solare più innovativo d’Europa
 Catturare energia pulita dal sole e convertirla in energia elettrica
Valentina Caliandro e il suo progetto contro l’anoressia
Dopo 7 mesi ritroviamo finalmente sul set Valentina Caliandro la
La bellezza ed il fascino di Jessica Franceschetti
Quali sono le pose che preferisci? Non ho mai posato

Appuntamenti e comunicati

«Dalla scala antincendio del Teatro Massimo Bellini alla fontana del Tondo Gioeni, passando per piazze e spiazzi cittadini riprogettati negli ultimi mesi della precedente Amministrazione con scelte discutibili e poco virtuose. Superando la soggettività del giudizio estetico, sono tanti, troppi, i chiacchierati progetti del comprensorio etneo che, nati da una volontà di riqualificazione, sono il mero risultato della gestione di una criticità, di un’urgenza o di una particolare “esigenza”. E quando l’emergenza diventa cronica, essa
/ Ott 17
Mercoledì 17 ottobre, alle 10,30, alla Biblioteca Nazionale, Sala Rari, si terrà la conferenza stampa di presentazione di Squilibri Incontri di lettura, a Napoli dal 24 al 27 ottobre 2018. La rassegna è promossa dalle associazioni culturali A Voce Alta e Soup, La Pagina che non c’era, Officine Gomitoli, in stretta collaborazione con la Biblioteca Nazionale,Laterzagorànapoli, gli istituti scolastici, gli istituti di cultura e le librerie, con il patrocinio del Comune di Napoli e il sostegno di alcuni sponsor privati.  Il cuore della manifestazione sono sempre
/ Ott 17
Con grande entusiasmo e molta partecipazione da parte delle comunità della Presila e di tutta la Calabria si è conclusa la quarta edizione di Giardini delle Esperidi Festival, progetto del Comune di Zagarise cofinanziato dalla Regione Calabria, che prosegue il suo cammino e la progettualità che lo contraddistingue ormai come evento storicizzato e atteso. Oltre che dal coinvolgimento del territorio, nello specifico dei Comuni di Taverna e Sersale attraverso le loro attrazioni culturali e naturalistiche
/ Ott 17
Addio alla vecchia fattoria in Italia dove sono scomparsi 1,7 milioni tra mucche, maiali, pecore e capre negli ultimi dieci anni. E’ la Coldiretti a lanciare l’allarme in occasione dell’inaugurazione del Villaggio contadino nella Capitale dove è stata aperta per tutto il week end una vera e propria Arca di Noè per scoprire le piante, gli animali e i prodotti salvati dall’estinzione grazie al lavoro di generazioni riconosciuto e sostenuto dai “Sigilli” di Campagna Amica. Stalle,
/ Ott 16

Video e Gallerie

La pista è occupata e l’aereo si salva in extremis: un video da brividi
Lo sapevate che i gatti possono essere anche liquidi? Ecco un video che vi sorprenderà
Le immagini choc delle fiamme in un appartamento di Catania
Il video di un probabile Ufo avvistato a Imperia da un uomo delle forze dell’ordine
La sposa arriva in ambulanza al Comune: il video delle polemiche
De Laurentiis presenta il suo Bari e promette: nessun conflitto con il Napoli
“Samurai”, il nuovo brano del palermitano Guglielmino
< >