Meno tempo curvi sullo smartphone o inchiodati davanti allo schermo del pc o della Tv. Per i bambini di Napoli l’alternativa c’è. Al via, nel quartiere dell’Arenella, il progetto per l’educazione alla Musica e al Movimento dell’Associazione Caracas che utilizza il metodo Orff, dal nome del noto compositore tedesco. “Questo metodo è uno speciale sistema pratico di insegnamento della musica – spiega Tiziana Traverso, responsabile del progetto – rivolto principalmente ad un pubblico molto giovane in fase di formazione scolastica. L’obiettivo non è solo quello di far apprendere ed avviare i bambini alla musica, ma anche, e soprattutto, quello di integrare la musica ed il corpo, così da produrre un vero e proprio collegamento musicale”.

Il corso si svolge presso “Il Vialetto” (invia D’Amelio, 6, angolo via Piertro Castellino) tutti i giovedì dalle 16.30 per i più piccoli, da uno a tre anni, e dalle 17.30 per i bambini fino a 8 anni. La lezione, fatta di giochi ritmici, fiabe musicate, canzoncine, ascolto e tanto altro, dure un’ora.

Molte mamme stanno portando i propri figli – prosegue Traverso – a conoscere questo corso che li avvicina alla musica e al movimento e che, allo stesso tempo, riduce il tempo trascorso con le nuove tecnologie. Oggetti utilissimi, per carità, ma che per i più piccoli stanno creando problemi relazionali e di socialità”.

Napoletana, giornalista professionista, collaboratrice di Italpress, esperta di comunicazione