“Inanimate” di Lucia Bulgaroni vince l’Undicesima Edizione di “Corti in cortile”

“Inanimate” di Lucia Bulgaroni vince l’Undicesima Edizione di “Corti in cortile”

Di Fausta Testaj

Il mese di Settembre è stato per Catania un mese ricco di eventi culturali si è spaziato da Etnabook (primo festival del libro e della cultura di Catania) ai book days che hanno anticipato la prima Edizione del Catania Book Festival che si svolgerà dal 7 al 9 Maggio 2020 all’XIEsima Edizione del Festival Corti in Cortile, progetto cinematografico ad ampio respiro sul territorio Siciliano organizzato da Visione Arte che si propone di valorizzare il cortometraggio come strumento di visibilità per registi emergenti che sempre più spesso si affidano a questa veloce forma cinematografica per esprimere il loro talento utilizzando nuovi linguaggi artistici innovativi ed immediati.Il Festival che ha come Direttore Artistico Davide Catalano è un importante evento culturale che racchiude in se: Mercato del Cinema, Promozione del Territorio, tavole rotonde e dibattiti sul cinema in tutte le sue forme artistiche ed utilità, incontri con attori, registi, produttori ,ma anche con figure professionali meno conosciute.

Da non perdere la tavola rotonda sul Cineturismo in Sicilia alla quale hanno partecipato: Il direttore Artistico Catalano, un membro del Team ed fondatore del Catania Film Fest Premio Gold Elephant World Awards(LA IX Edizione si svolgerà dal 31Marzo al 6 Aprile 2020 5 giorni un giorno in più rispetto alle passate Edizioni) Cateno Piazza, l’Assessore alla Cultura del Comune di Catania B. Mirabella, Il Direttore della Sicilia Film Commision A. Rais che ha ricevuto anche un Premio per l’impegno profuso a far conoscere attraverso il cinema la Sicilia nel Mondo, il prof.ssore Nicosia (docente Universitario di Cineturismo dell’Università di Messina), Ivan Scinardo(Direttore della Scuola Internazionale di Cinema della sede di Palermo e membro della giuria di Corti in Cortile) il fulcro del dibattito è stato come valorizzare attraverso il cinema una destinazione turistica.Interessantissimo e istruttivo per i giovani sceneggiatori del futuro il Corso di Davide Chiara.Quest’anno il Tour nei uoghi dei set cinematografici a Catania curato da C. Piazza e dalla Dott.ssa E. Granata ha compreso anche i set di Acitrezza.Si sono alternati interessanti incontri come quello sul Cinema e la Psichiatria a cura di Totò Calì o quelli sull’Immaginario o non Immaginarioa cura di D. Bennato o ancora quello a cura di L. Parisi sul “Cinema e Ambiente” ci sono state propiezioni di corti Internazionali , di Animazione , Siciliani a cura di B. Manno, F. Aversa e P. Arena.

La serata Finale presentata come di consuetudine da Simona Pulvirenti ,ha visto premiare dalla giuria tecnica composta dal Regista C. Canepari, dal Direttore del C. S.di Cinematografia-S.N.di Cinema I. Scinardo da Piergiorgio Di cara (scrittore e sceneggiatore)dallo sceneggiatore dei film di PIF Michele Astori dalla montatrice Chiara Vullo(moglie di Astori e montatrice del Film con la Regia di Castellitto “Fortunata” e del Nuovo film che vedrà sempre Castellitto come regista scritto da M. Marzzantini e tratto da un vecchio soggetto di E. Scola) e dal sociologo D. Bennato “INANIMATE”di LUCIA BULGHERONI “per l’artificio della produzione della finzione che diventa narrazione poetica: un corto che si inserisce nella migliore tradizione delle opere di animazione indagando il rapporto tra l’essere e il mondo, tra l’io e la coscienza.Premio Miglior Sceneggiatura a “9su10”di ANDREA BARONI,Premio SEBASTIANO GESU’ Miglior attore a GIORGIO BIOLCHINI VALIERI per l’interpretazione di Antonio nel corto “Il nostro concerto” di Francesco Piras e Premio MARIELLA LO GIUDICE Miglior Attrice a MINA SADATI interprete di “THE ROLE”il corto del’Iraniana Farnoosh Samadi; Premio Miglior Fotografia a CESARE ACCETTA per “Il perdono” di Marcello Cotugno e 2 Menzioni Speciali allo Statunitense “TRAPPED”di Mohamed Meged, e a “IPDENTICAL” dello Spagnolo Marco Huertas.La Giuria popolare composta dal pubblico ha invece fatto vincere “RIMBORSO SPESE” di Michelangelo Di Pierro che racconta, in chiave ironica, lo stato d’incertezza perenne in cui vive l’attore sempre alla ricerca della luce della ribalta e continuamente obbligato a fronteggiare il problema della retribuzione.E’stato anche conferito il Globus Television Award, Premio della critica televisiva e cinematografica assegnato dall’Editore di Globus Television Enzo Stroscio ad un’opera fuori concorso, la Serie WEB”LIKE ME, LIKE A JOKER” di Bruno Mirabella.Per I Corti Siciliani vince “I CATCH YUO” di Lorenzo Mannino e per quelli Internazionali “COLD FISH” di David Hay; Per la Sezione Cinema e Ambiente di Sicil-Grassi vince “PEIX AL FORN” di Guillem Mirò; Per i Corti di Animazione a cura di Emanuele Rauco “KIDS” di Michael Frei e Manzione Speciale a “SONG SPARROW” di Ferzaneh Omidvarnia; Per Smart Movie di Enrica Conversano e Guido Nicolosi “THE GREAT GRANDPA” di Roadshine Production; Per Corti a Scuola di Pina Arena “LA SCELTA DELL’EROE”realizzato dagli alunni della Scuola secondaria di I Grado “ Aldo Moro” di Cerro al Lambro (Milano) ed infine per Cinema e Psichiatria(sezione di T. Calì) Quattro i Premi: Miglior Fiction “SI PUO’” , Villa Igea-Sala chaplin; Miglior Documentario “ CREPE-SPDC”,Paternò Asp Ct; Miglior Regia “NUDI E CRUDI”, Centro diurno Asp Ct; Miglior Sceneggiatura “GENITORI DI GENITORI”, Oasi Regina Pacis. Presentati i lavori del laboratorio “SPOT IN 3 GIORNI”, Il Seminario pratico di Francesco Di Mauro, Adriano Spadaro e Samir Kharrat, per imparare a girare un corto in 72 ore.

Share this post