I “Meravigliosi inganni” dello stabile di Catania: ecco cosa c’è nel cartellone

I “Meravigliosi inganni” dello stabile di Catania: ecco cosa c’è nel cartellone

DI FAUSTA TESTAJ’

Alla presenza del Presidente C. Saggio, della VicePresidente L. Scalisi, del Direttore Artistico L. Sicignano e della Responsabile Comunicazione ed Ufficio Stampa C. Andò si è svolta al T. Verga di Catania la presentazione del Cartellone 2019/2020 che quest’anno ha un titolo che induce allo stupore:” Meravigliosi Inganni” che come afferma lo stesso Direttore è il gioco millenario del teatro, il gioco dei bambini del :”facciamo finta che io ero”, la meraviglia si ripete nella relazione sempre nuova tra il corpo vivo dell’attore che parla e ascolta ed i corpi vivi in platea.

Il Presidente Saggio ringrazia i lavoratori del teatro, il pubblico, le Istituzioni, i Soci, i collaboratori del C. D. A. tutti coloro che con grandi sacrifici ma con entusiasmo permettono di tutelare questo patrimonio, semmai incrementarlo e se è possibile riconsegnarlo in buona salute; poi spiega i motivi del perchè questo programma gli è subito piaciuto perchè non propone un teatro del compiacimento del nulla ma un teatro che vuole trasmettere la passione per la vita, per le grandi domande , per i temi sociali come è giusto che faccia un teatro come questo, di battaglia e di voglia di vivere.

Dichiara i motivi che gli permettono di avere speranza malgrado tutte le difficoltà economiche e finanziarie che devono affrontare che sono le forze che muovono il cuore dell’uomo e la storia, se queste forze hanno mosso il cuore e la mente di tutti noi, me per primo, hanno fatto tornare l’entusiasmo a tante persone che hanno rifrequentato la vita del teatro in modo partecipato chissà se le forze della storia non si commuovano e seguano con più attenzione il nostro teatro e quello Bellini che come lo Stabile è il teatro della città e dei cittadini e non si deve prendere assolutamente in considerazione l’idea di mortificarlo o addirittura chiuderlo perchè la cultura è una cosa seria significa: buone relazioni tra le persone, buone interpretazioni delle cose, capacità di prendere le decisioni in maniera informata e non estemporanea infatti io ho potuto portare al Verga la cultura d’impresa perchè tutte le persone che mi circondano mi hanno permesso di avere una struttura solida alle spalle  e di produrre vera cultura se no non avrebbe avuto senso.

Scalisi esalta la bravura della Sicignano (primo direttore donna ad essere eletto in un teatro)che ha saputo assecondare le attese degli abbonati storici e coinvolgere un pubblico più giovane di studenti e di bambini tenendo d’occhio anche quello che succede a livello Nazionale ed Europeo facendo in modo di poter raggiungere determinati obiettivi, superare le criticità e poter proseguire la necessaria opera di rasserenamento dell’Ente. Il Direttore dice che questo Cartellone guarda al futuro ma con le radici ben piantate nel passato, sarà una Stagione piena di contraddizioni quindi una tradizione ma guardata con occhi contemporanei ci saranno spettacoli seriamente divertenti, il filo conduttore è la qualità, quello che di meglio il Teatro Italiano e non solo propone nel 2019/20 spaziando dai 5 ai 100 anni.

Gli spettacoli proposti in tutto saranno 13. Si Inizia con una Produzione del T. Stabile Regia della stessa Sicignano :”ANTIGONE”di Sofocle che vede il ritorno sul palco del Verga di un grande mattatore S. Lo Monaco, un’altra produzione nostrana sarà:”L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA” di L. Pirandello interpretato da V. Pirrotta che prima di arrivare a Catania debutterà a Buenos Aires ci sarà :”ROMEO E GIULIETTA” di Shakespeare con Romeo Giulietta e Mercuzio che avranno l’età vera dei personaggi, cioè saranno dei ragazzini, scelti attraverso appositi provini ,perchè un’altra novità è quella che si ritornano a fare i provini e a costruire le scenografie in casa nostra.

L’ultima produzione nostrana sarà”: MARTOGLIO” con la R. Di E. De Brano e S. Raddisi 2 registi siciliani molto raffinati. Ci sarà il ritorno di G. Lavia con l’ultimo spettacolo incompiuto di Pirandello che vede in scena la nostra Nellina Laganà e che si svolgerà al T. Bellini.Ci sarà M. Guerritore con :” L’ANIMA BUONA DI SEZUAN”di Brecht, avremo M. Venturiello con :” MISURA PER MISURA” di Shakespeare, ci sarà :”IL GIARDINO DEI CILIEGI”con la REG. Di A. Serra, un regista che ha fatto miolto parlare in Italia e non solo fra gli addetti ai lavori, ci sarà P. DELBONO con :”LA GIOIA”, ci sarà A. CELESTINI con :”PUEBLO”, ci sarà una creazione Italo-Francese: “NAUFRAGATA”(Circo contemporaneo).

Fuori Abbonamento avremo l’ex direttore di Repubblica e della Stampa E. Mauro con :”BERLINO, CRONACA DEL MURO” . Ci saranno 2 commedie una Francese e l’altra Inglese :” LA CENA DELLE BELVE” di Vahè Katcha e le :”REGOLE PER VIVERE” di Sam Holcroft (spettacolo interattivo con il pubblico), ci sarà una CoProduzione con Trieste :”L’ONORE PERDUTO”di Katharina Blum(tratto dall’ultimo Romanzo di H. Boil), condiviso con il Piccolo Teatro di Milano ci sarà:”LA DONNA LEOPARDO” di A. Moravia con ReG. E drammaturgia di M. Cescon, Prodotto dal T. Stabile di Genova e di Parma è :” MISERY” tratto da Misery non deve morire di S. King Reg. F. DINI che ne è anche interprete insieme a A. Scommegna. Per i Bimbi ci saranno :” Hans e Gret” Reg. Di E. Dante ed :”OPERA STRACCI” . Per la serata di San Valentino ci sarà il cuoco stellato C. Chiaramonte per raccontarci da par suo di cucina e amore. La Sicignano conclude dicendo:” L’idea è quella di valorizzare i siciliani che sanno parlare alla città ma anche al mondo, ricordiamo che siamo un Teatro d’interesse Regionale quindi dobbiamo parlare all’italia e se è possibile all’Europa e noi con questa stagione stiamo cercando di farlo.”

Share this post