Vincono i “No-Triv2, niente trivelle nello Ionio per tre anni

Vincono i “No-Triv2, niente trivelle nello Ionio per tre anni

Scatta il blocco per le trivellazioni nello Ionio. Il ministero per lo Sviluppo economico annuncia un emendamento al decreto «Semplificazioni», che prevede un termine massimo di tre annidi sospensione per i «permessi di prospezione e di ricerca già rilasciati e per i nuovi permessi sugli idrocarburi». Un emendamento che fa tirare un sospiro di sollievo ai sostenitori dei 5 Stelle. E che vede la Lega in posizione di attesa vigile, come spiega il viceministro allo Sviluppo economico Dario Galli: «E ovvio che le nostre posizioni di partenza sono diverse. Naturalmente sappiamo che l’Italia è un Paese fragile dal punto ambientale e nessuno pensa di riempirlo di trivelle». E quindi? «Ci stiamo ragionando, qualcosa magari cambierà. Ma troveremo sicuramente emendamenti condivisi». Il governatore della Puglia, Michele Emiliano, si dice soddisfatto ma non fa sconti ai 5 Stelle: «La resa incondizionata del governo di fronte alla dura presa di posizione del Coordinamento Nazionale No Triv che si convocherà a Bari il 14 gennaio mi riempie di gioia. Speriamo che non facciano altri pasticci e che sappiano disinnescare la bomba da essi stessi lanciata».

Share this post