Vigili urbani, cambio della guardia a Napoli: arriva Luigi Acanfora

Cap. Luigi Acanfora 2

Il nuovo comandante della Polizia Municipale sara’ il colonnello della Guardia di Finanza, Luigi Acanfora. Lo ha annunciato il sindaco di NAPOLI, Luigi de Magistris.  ”Se dipendesse da me, lo avrei nominato gia’ da molto tempo – ha detto il sindaco – ho qui la delibera ma aspetto che il Governo approvi il piano sul personale”. Sulla figura del colonnello Acanfora il sindaco ha sottolineato che si tratta di “una persona dalle alte competenze e requisiti e che potra’ contribuire a migliorare il corpo della Polizia Municipale”. 

De Magistris: ho scelto una persona super-partes


“Non a caso ho scelto un esterno, una persona super partes. Quello dei vigili e’ un corpo che deve essere riorganizzato. A dirla tutta – ha proseguito de Magistris – non sono soddisfatto dell’andamento della polizia municipale. Noto pochi vigili in strada ad esempio. Eppure questa amministrazione ha puntato sulla polizia municipale dando risorse destinate, tra gli altri, a finanziare nuove divise, i premi di produttivita’. Con la nomina del nuovo comandante intendo dare una svolta. La polizia municipale deve diventare il fiore all’occhiello. Ecco perche’ nei primi mesi di insediamento lavorero’ fianco a fianco con il nuovo comandante”. Il sindaco de Magistris ha quindi parlato della sua squadra annunciando che a giorni sara’ nominato anche il nuovo assessore allo Sport: “L’ho detto piu’ volte che a guidare l’assessorato allo Sport e alle Pari Opportunita’ sara’ ancora una volta una donna. Per me e’ una priorita’ nominare il nuovo assessore perche’ non ce la faccio a sopportare tutte queste deleghe”. Il primo cittadino ha quindi commentato la notizia degli ex assessori posti sotto inchiesta: “Essere sotto indagine e’ fisiologico per un amministratore – ha detto il sindaco -. Basta un esposto per essere indagati. La magistratura e la politica viaggiano su due binari paralleli. Pur tuttavia e’ chiaro che ogni caso va valutato in maniera a se stante. Fin ad ora nessun atto mi ha fatto perdere fiducia verso la mia giunta, definirei ‘nocivo’ l’atto giudiziario che ha coinvolto Pina Tommasielli. Lei e’ una persona perbene ma mi rendo conto che la vicenda ha urtato la sensibilita’ dei napoletani. Adesso e’ in corso un’indagine, in Italia vige la presunzione d’innocenza”.

Vai a TOP