Vendere un’auto usata nel modo corretto: la guida

Gli anni passano per tutti, anche per le nostre auto che, dopo anni di onorata carriera, bisogna mandare in pensione. Non tutti, però, riescono a vendere in maniera veloce la propria auto usata. Per fortuna negli ultimi anni sono nate numerose soluzioni, spesso legate alla rete, che consentono agli utenti di contattare in modo facile e veloce chi compra auto per professione, come i compro auto usate.

In effetti, se ci fermiamo a pensare, ci rendiamo conto di quanto il web abbia cambiato il modo di vendere auto usate. Basti pensare che fino a pochi anni fa per vendere la propria auto usata si doveva ricorrere a diverse soluzioni più o meno di funzionanti. Le città, infatti, erano piene di volantini e di annunci sparsi in giro, così come i quotidiani locali che dedicavano uno spazio a questo tipo di annunci. Il successo, però, non era garantito.

Attraverso i compro auto, però, tutto è più immediato e semplice. Elemento fondamentale per procedere alla vendita di un’auto usata è quello di determinare il prezzo. Spesso si tende a sopravvalutare il valore della propria auto e questo può comportare l’impossibilità di trovare acquirenti disponibili ad acquistare una vettura a un valore superiore a quello di mercato. Il primo passaggio da compiere, quindi, è quello di verificare i chilometri percorsi, l’anno di immatricolazione e lo stato generale della propria auto. Per poter avere una stima del valore della propria auto si potrà fare riferimento ai numerosi siti internet specializzati nel settore.

Dopo aver contattato l’azienda, nel giro di poche ore si riceverà una prima valutazione della vettura. Dopo questa si potrà fissare un appuntamento presso la sede più vicina del compro auto dove la propria vettura riceverà una valutazione definitiva.

Se, in questo passaggio, l’offerta risulta essere congrua, si procede a portare a termine la trattativa apponendo le firme sull’atto di vendita, e la chiusura in questo caso sarà immediata.  In linea generale gli intermediari presenti in questo settore tendono ad offrire diverse soluzioni: c’è chi predilige il contante, ma tenendo sempre bene a mente che in Italia un pagamento oltre i 2.999 euro non può avvenire in contanti; e chi opta per metodi più sicuri, come magari assegni circolari (ovvero quelli che una banca emette solo dopo aver verificato l’effettiva presenza della somma sul conto). Per quanto riguarda il passaggio di proprietà, i compro auto usate si fanno forte di professionisti seri che tendono ad affiancare l’utente supportandolo nel predisporre e presentare i vari documenti necessari presso le sedi competenti, quindi Aci e Pra. Tutto ciò, dunque, rende molto appetibili i compro auto usate che mettono così a disposizione un servizio di consulenza a 360 gradi e di supporto per tutte le fasi della vendita. Ecco perchè questi intermediari hanno vissuto un vero e proprio boom sul mercato ed ecco perchè molti utenti preferiscono rivolgersi a loro piuttosto che fare tutto da soli.

Vai a TOP