“Troppi ritardi sulla organizzazione delle Universiadi 2019. Benché Napoli abbia acquisito la candidatura per lo svolgimento dell’evento internazionale solo due anni fa, è pur vero che su questa partita ci trasciniamo da troppo tempo senza giungere a decisioni definitive. La scelta dell’ospitalità degli atleti sulle navi sembrava un dato acquisito ma, a un certo punto, dal cilindro dell’amministrazione comunale è venuta fuori l’ipotesi di allestire un villaggio all’interno della Mostra d’Oltremare. Un’idea bizzarra, non compatibile con il valore architettonico dei luoghi, che è risultata ancor più campata in aria perché non supportata da alcun progetto esecutivo. Infatti, sebbene più volte richiesto nel corso delle ripetute commissioni consiliari, a noi consiglieri non è stato presentato alcun piano che avvalorasse la fattibilità della proposta”. Lo scrive in una nota il presidente della commissione Trasparenza del Comune di Napoli, Domenico Palmieri.

“A questo punto – aggiunge il presidente Palmieri – non resta che augurarci che prevalga il senso di responsabilità di Comune e Regione per assicurare alla città la vetrina internazionale rappresentata dall’evento sportivo. Le Universiadi non sono una partita a scacchi, in cui si studiano le mosse dell’avversario per avanzare e vincere. Entrambi gli Enti decidano insieme cosa fare e si assumano di comune intesa la piena responsabilità del progetto. Ora è il momento delle decisioni. Scelte che possono anche essere condizionate dalla ristrettezza dei tempi, purché risultino le migliori possibili e adeguate agli obiettivi da raggiungere”.