“Basta ai roghi tossici, mai piu’ terre dei FUOCHI. Lunedi’ saro’ a Caserta, con sette ministri di questo Governo, per firmare il ‘Piano d’azione per il contrasto dei roghi di rifiuti’. Su impulso del nostro ministro all’Ambiente Sergio Costa e con la piena condivisione di tutti i ministri, presenteremo un programma concreto di interventi nella lotta a fenomeni come discariche abusive, interramento di rifiuti, roghi tossici e qualsiasi altra forma di violazione del territorio”. Lo scrive su Facebook il premier Giuseppe Conte.

“Il Governo del cambiamento dichiara guerra a mala gestione e traffici illeciti che per troppi anni, nel silenzio dei governi precedenti, hanno devastato un territorio meraviglioso tristemente ribattezzato TERRA dei FUOCHI, con conseguenze inaccettabili sulla salute dei cittadini”, continua Conte. “Il protocollo che andremo a firmare interessera’ non solo la Campania, ma tutti i territori dove esistono queste problematiche. Metteremo in atto interventi per la tutela della salute della popolazione, dell’ambiente e dell’ecosistema, e per il presidio del territorio. Questo Governo – conclude – vuole riappropriarsi di un pezzo prezioso del suo territorio che per troppo tempo e’ stato considerato TERRA di nessuno. Invece lo Stato c’e’ e posso assicurare che non faremo sconti”

“Lunedì alle 18.30 vi aspetto a Caivano insieme ai miei colleghi ministri. Ci ritroveremo lì dopo aver firmato il protocollo con il quale il governo si impegna in prima persona per la Terra dei fuochi. Risposte certe, ma sia chiaro: abbiamo appena cominciato. C’è ancora molto da fare. Voglio che la mia Terra torni alla normalità, che i roghi si spengano per sempre. Domani sera deve essere un nuovo inizio e vi chiedo di farlo insieme, perché questa è la cosa più importante. Vi abbraccio e vi aspetto”. Lo scrive il vice premier Luigi Di Maio su Facebook.

Prosegue da giorni una campagna propagandistica montata a freddo, in relazione al tema dei rifiuti in Campania. Ci sentiamo da giorni come un padre di famiglia che si ritrova in casa degli ospiti che cominciano ad azzuffarsi, a gridare come se fossero al mercato. E’ del tutto evidente che le questioni della Campania sono soltanto un pretesto per una campagna tanto miserabile quanto irresponsabile. Hanno fatto piu’ danni a Napoli e alla Campania queste zuffe politiche inconcludenti che i roghi che ci sono stati in questi anni. E’ sconcertante l’assenza di qualsiasi proposta concreta e praticabile”. Lo afferma il governatore della Campania, Vincenzo De Luca.