Tempo di bilanci per il Salone del libro di Torino: “L’edizione appena conclusa del Salone del libro ha segnato finalmente il ritorno alla normalità. Gli eventi del Consiglio regionale che si sono susseguiti nelle cinque giornate all’Arena Piemonte e in Sala Argento hanno riscosso un successo di pubblico decisamente oltre le aspettative, grazie a un ricco programma di appuntamenti che ha spaziato dalla riscoperta della cultura piemontese ai nuovi stili di vita introdotti dalla pandemia”.

Lo ha dichiarato il presidente dell’Assemblea legislativa piemontese Stefano Allasia alla chiusura del Salone del libro, che ha visto il Consiglio promuovere undici eventi e accogliere un gran numero di visitatori nel proprio stand istituzionale, ispirato a un salotto barocco che riproduce alcuni degli scorci suggestivi delle sale auliche di Palazzo Lascaris, tra gli edifici barocchi più significativi del centro cittadino e dal 1979 sede del Consiglio regionale del Piemonte.

Successo di pubblico e di critica per l’unica casa editrice umbra al Salone Internazionale del Libro di Torino, che tra le varie case editrici presenti abbiamo voluto considerare in quanto per la prima volta ha partecipato con un suo stand, come ci ha riferito Jean Luc Bertoni titolare della Bertoni Editore, mentre per altre ben quattro volte ha partecipato in precedenza con altri editori all’interno dello stand della Regione Umbria.

Nell’edizione da record, che ha rappresentato molto più di una semplice ripartenza dopo lo stop forzato causa Covid, lo stand della Bertoni Editore (www.bertonieditore.com ) è stato, fin dalle primissime ore, un viavai incessante di lettori, giornalisti, autori e operatori del settore, incuriositi dallo spazio personalizzato, dalla nuova veste grafica delle copertine e dalle numerose novità editoriali del marchio.

L’interesse e il riscontro crescenti nei confronti della Bertoni Editore, toccati con mano proprio al Salone, sono anche il frutto di un anno di eventi interessanti e dal forte impatto editoriale e mediatico come la presentazione al Premio Strega del romanzo “Contorni Opachi” di Anthony Caruana e la pubblicazione del libro “Mio Padre Little Tony” di Cristiana Ciacci e Teresa Giulietti, a cui si aggiunge il fatto che tanti autori di fama nazionale come Franco Arminio, Guido Barlozzetti, Diego Galdino, Viviana Picchiarelli e Pier Francesco Pingitore hanno scelto di pubblicare proprio con la casa editrice umbra.

Grandi soddisfazioni, poi, si registrano grazie alle collane di narrativa “Ira”, curata da Leonardo di Lascia, e “Schegge”, curata da Anthony Caruana, che stanno crescendo e si stanno caratterizzando grazie ad autori e storie di alto livello.

Non va dimenticato, poi, l’ampio spazio riservato alla letteratura per bambini, con in particolare la produzione di libri “inbook”, e quello dedicato alla produzione poetica, seguita da vari curatori con il coordinamento di Bruno Mohorovic.

Lo stand, inoltre, presieduto da Filippo e Jean Luc Bertoni (in foto), è stato teatro di firmacopie, reading di poesia e momenti di animazione e di interazione con lettori e passanti, grazie anche alla presenza di disegnatori e autori dal carisma e dall’inventiva più eclettica, pronti a mettersi in gioco per intercettare l’interesse del pubblico.

Un bilancio più che positivo, quindi, sia sul fronte del Salone Internazionale al Lingotto che su quello del Salone OFF, presso la libreria Belgravia di Torino, dove la Bertoni Editore è stata protagonista di ben sei incontri, contribuendo ad arricchire in più modi questa importante kermesse letteraria internazionale.

Come ci ha riferito l’editore Jean Luc Bertoni, però, le sorprese non si fermano qui. 

Tra i numerosi progetti in cantiere e le novità di prossima pubblicazione, si segnala l’uscita imminente del libro “Come un cane bianco”, della cantautrice Valeria Rossi, che celebra i venti anni dalla pubblicazione della sua canzone “Tre Parole”, tormentone estivo e seconda canzone più venduta dell’estate del 2001.

Un percorso di crescita e di consolidamento, quindi, quello che sta portando avanti la Bertoni Editore, già proiettata alle prossime fiere di settore e impegnata nell’organizzazione di eventi letterari e festival come la seconda edizione di Giallo Trasimeno.

Vito Piepoli