Regione Puglia, parte il concorso per assumere 2mila dipendenti

“Ci siamo: parte il concorso per 200 funzionari di categoria D. E’ il primo concorso che una Regione affida al Formez e la Regione prosegue sulla strada della trasparenza: tutti i 4 concorsi per dipendenti e dirigenti banditi nella storia dell’ente sono stati banditi e portati a termine dall’amministrazione Vendola”. Lo afferma l’assessore al Personale, Leo Caroli, commentando la pubblicazione odierna del bando a cura del Formez.

“Tutto avverrà in totale trasparenza con procedure informatiche fortemente innovative che daranno accesso sia all’iscrizione che alle banche dati dei quiz che saranno estratti a sorte. Continuiamo sulla strada che afferma come nella Pa si accede per concorso”.

“Il bando avrà riflessi positivi anche per gli enti locali di tutta Italia, ma in primis pugliesi – che volendo, potranno attingere alla platea degli idonei per i loro concorsi, senza dover spendere per nuovi bandi e commissioni. 2000 saranno gli idonei dalle fasi preselettive, all’incirca 1.700 i potenziali idonei dopo le fasi di esame”.

“La trasparenza dunque premierà il merito e sia andrà a formare una nuova leva di funzionari pubblici che aiuteranno le pubbliche amministrazioni ad affrontare il cambiamento”. Il bando – si legge nel comunicato pubblicato sul sito del Formez – prevede la selezione di 130 funzionari amministrativi e 70 funzionari tecnici. Titolo di studio richiesto, la laurea. Il termine ultimo per iscriversi scade alle ore 23.59 del 16 aprile 2014. Le domande dovranno essere inoltrate esclusivamente on line tramite il sistema step-one Ripam di Formez PA. Il concorso si articola in tre fasi: – una fase preselettiva consistente in due prove a test, una per la verifica delle attitudini all’apprendimento, l’altra per la verifica delle conoscenze di base possedute dai candidati.

Tale prova sarà superata da un numero predeterminato di candidati pari rispettivamente a 10 volte (preselezione attitudinale) e 7 volte (preselezione per le conoscenze di base) i posti messi a concorso;

– una fase selettiva scritta consistente in tre prove, una per la verifica delle conoscenze specifiche del profilo prescelto, una per la verifica della conoscenza delle tecnologie informatiche e della comunicazione, una per la verifica della conoscenza di una lingua straniera. Per ciascuna di tali prove scritte è prevista una soglia minima di idoneità equivalente a 7/10;

– una prova orale sulle materie specifiche del bando alla quale sono ammessi soltanto i candidati che avranno acquisito le tre idoneità suddette. Anche la prova orale dovrà essere superata con un punteggio minimo equivalente a 7/10. I quesiti delle prove preselettive e delle prove scritte saranno selezionati da una apposita banca dati di test che sarà disponibile on-line sul sito http://ripam.formez.it e sul sito www.formez.it.

La valutazione dei titoli verrà effettuata prima della prova orale sulla base delle autovalutazioni che i candidati avranno dichiarato on-line, con facoltà delle Commissioni di richiedere integrazioni e/o chiarimenti scritti ai candidati idonei, da consegnare all’atto della loro presentazione a sostenere le prove orali. I primi classificati nell’ambito della graduatoria finale di merito di ciascun concorso, in numero pari ai posti disponibili, verranno nominati vincitori e assegnati alla Regione Puglia, che procederà alla loro assunzione.

Non è prevista riserva di posti per i dipendenti della Regione Puglia che, in base a quanto disciplinato dal bando, possono richiedere di essere esentati dalla prova preseletttiva. I tempi della selezione, fra la pubblicazione del bando e l’approvazione delle graduatorie finali, saranno molto rapidi. Tutte le fasi della selezione, compresa la correzione degli elaborati, saranno trasmesse in diretta streaming sul sito di Formez PA.

Go to TOP