Politici ed economisti: “L’agricoltura salverà la Calabria”

1Oltre 100 imprenditori agricoli calabresi, le associazioni di categoria e del mondo produttivo e delle cooperative, si sono dati appuntamento oggi a Strongoli, nel cuore della Magna Grecia, per incontrare l’Istituto pubblico economico per i servizi nel settore agroalimentare. Presente il presidente di ISMEA, Ezio Castiglione, il vicepresidente Gabriele Beni, il consigliere del CDA Franco Laratta, il capogruppo Pd in Commissione Agricoltura della Camera, on. Nicodemo Oliverio, il presidente di Coldiretti Calabria, Pietro Molinari.
Si è discusso del futuro dell’agricoltura in Italia, in modo particolare in Calabria dove il settore ha resistito bene alla profonda recessione che ha colpito tutti gli ambiti produttivi della regione. Hanno portato i saluti il sindaco di Strongoli, Michele Laurenzano, il presidente dell’Anci Calabria, Peppino Vallone, mentre ha fatto la sua prima uscita pubblica dopo la sua elezione, il presidente del Consiglio Regionale, Antonio Scalzo: “Ho voluto iniziare da qui per impegnare il Consiglio Regionale a mettere l’agricoltura al primo punto della sua azione legislativa che dovrà essere di profonda innovazione. Ed è anche questo il pensiero del presidente della Giunta Regionale, Mario Oliverio, che mi ha pregato di portare qui il suo impegno a favore dell’agricoltura calabrese”.
Ai lavori hanno partecipato i consiglieri regionali Bevacqua, Bova, Pasqua, Sergi, circa 20 sindaci e amministratore locali, tantissimi imprenditori agricoli provenienti da tutta la Calabria.

Il punto che ha visto tutti d’accordo è stato: l’agricoltura salverà la Calabria. È da qui che riparte la nostra economia.

Il presidente Ismea ha garantito il massimo impegno dell’istituto che presiede, che metterà in campo risorse finanziarie, supporti tecnici, assistenza e ricerca.
Ha garantito la messa in campo di strumenti finanziari innovativi ed efficaci, a sostegno delle imprese agricole, dei giovani che intendono investire nel settore, dei migliori progetti che saranno portati all’attenzione di Ismea.
Il presidente Castiglione ha ringraziato il presidente Scalzo e gli altri esponenti politici e istituzionali che hanno comunicato la disponibilità al recepimento nel Psr delle misure approvate dalla Conferenza Stato-Regione relativamente all’utilizzo degli strumenti finanziari, nonché alle misure agevolative per i giovani.

Il parlamentare Nicodemo Oliverio ha affermato che per la Calabria questo può essere un momento di vera svolta, che coincide con l’elezione del presidente Oliverio alla guida della Regione e del nuovo corso di Ismea che intende investire nella nostra migliore impresa agricola. Oliverio ha chiesto ad Ismea di aprire sportelli in tutta la Calabria, al servizio delle imprese e degli agricoltori della nostra regione.
Proposta prontamente accolta dal presidente Castiglione.
Oliverio ha espresso soddisfazione per il direttore e puntuale impegno del presidente del consiglio Renzi che continuamente insiste per il Made in ITALY, per la valorizzazione dei prodotti italiani, modo particolare dei profitti della nostra agricoltura. Mentre il ministro Martina ha agito con spirito innovativo e con misure concrete a sostegno del ricambio generazionale e del concreto accesso al credito. Fra le misure approvate: Campolibero, il collegato agricoltura e le norme inserire nella Legge di stabilità. Misure che, dopo anni bui in cui l’agricoltura era considerata figlia di un dio minore, rappresentano un chiaro segnale di svolta.

Il vicepresidente Gabriele Beni ha sottolineato la valenza dell’agricoltura calabrese, confermando l’impegno dell’istituto a sostegno dell’innovazione e della progettualità delle imprese agricole calabresi, invitando tutti gli imprenditori a fare squadra e a lavorare insieme per meglio vincere le sfide della competitività!
Le potenzialità della Calabria sono notevoli, ma occorre rompere con vecchi schemi e con posizioni negative che hanno prodotto finora tanti ritardi e numerosi errori. Ismea darà alla Calabria gli strumenti necessari ed una inversione di tendenza.

I lavori sono stati coordinati dal membro del Cda Franco Laratta che ha detto che Ismea sarà sempre più vicina alla Calabria, darà concreto sostegno agli imprenditori che intendono investire e innovare, ha fatto appello ai giovani affinché si innamorino della terra, perché è qui la forza e il futuro delle nuove generazioni. Ha chiesto a tutte le istituzioni di “non farci più vergognare di essere calabresi”.

Il presidente di Coldiretti, Pietro Molinaro, ha confermato l’impegno della sua associazione in favore della migliore agricoltura, chiedendo alla politica e alle Istituzioni maggiore attenzione ad un settore vitale e strategico per la nostra economia.

Molte in conclusione le domande degli imprenditori che hanno molto apprezzato l’iniziativa di oggi, ed hanno tutti chiesto a gran voce alla Regione e alle istituzioni di favorire e sostenere l’agricoltura calabrese che conta eccellenze e punti di straordinaria vitalità che spesso soffro le lungaggini della burocrazia e i gravi ritardi delle istituzioni.

Go to TOP