Per Non Dimenticare: l’Agenda Rossa di Paolo Borsellino arriva a Potenza

A 25 anni dall’attentato in cui persero la vita Paolo Borsellino e la sua scorta, c’è un Paese che non ha dimenticato e vuole raccontare, ricordare e riflettere su quello che è successo il 19 luglio 1992.
Per farlo, l’Associazione culturale L’Orablù di Bollate ha organizzato una ciclo staffetta, partita il 25 giugno 2017 da Milano, che porta con sé un’agenda rossa attraverso l’Italia, e che raggiungerà Palermo il 19 luglio 2017, dove verrà consegnata a Salvatore Borsellino fratello del magistrato, che ancora lotta per la verità. Un’agenda sparita. Un’agenda ritrovata. Entrambe di colore rosso.
Quella sparita apparteneva a Paolo Borsellino ed è misteriosamente scomparsa subito dopo il tragico attentato del 19 luglio 1992 in cui persero la vita il magistrato e la sua scorta. Si trattava di un documento importante che conteneva appunti, nomi e forse rivelazioni sulla strage di Capaci in cui morì Giovanni Falcone.
L’agenda ritrovata è una copia identica di quella smarrita. Ce l’ha Salvatore Borsellino, e l’ha consegnata L’Orablù, che ha deciso di trasformarla nel simbolo di un’iniziativa che vuole diffondere e rafforzare i valori della legalità e della lotta alla mafia.

Nel corso della ciclostaffetta saranno tantissimi gli spettacoli teatrali, i concerti, le proiezioni e i dibattiti che si svolgeranno nelle diverse tappe in cui l’agenda verrà ospitata. Inoltre luoghi amici accoglieranno i ciclisti, che potranno essere affiancati lungo il percorso da chiunque abbia voglia di pedalare e sudare insieme a loro, mentre sull’agenda si raccoglieranno le testimonianze di tutti i partecipanti.

 

L’agenda Rossa arriverà l’8 Luglio a Potenza, dove l’associazione ciclOstile FIAB Potenza ha organizzato un evento strutturato in 2 momenti: un pomeriggio di dibattito e scambio e una pedalata. “L’organizzazione di questo evento” spiega Manuela Lapenta, presidente dell’Associazione“ costituisce per noi un momento estremamente formativo e interessante per testare la capacità di partecipazione di un territorio che ha in sé la innata virtù dell’accoglienza. Quando L’Orablù ci ha contattati per spiegarci quanto fosse importante far passare la ciclostaffetta nella nostra città siamo stati subito onorati e contenti di avere una grande occasione per dimostrare questo spirito di accoglienza e far parlare un territorio che spesso non ha voce. Ed è stato così che 13 soggetti tra associazioni di volontariato e privati hanno aderito con ferma convinzione e sensibile disponibilità all’iniziativa. Ringrazio ufficialmente Libera Basilicata, la Bottega Equomondo, il Ce.str.im, la Libreria Senzanome, la Concert Band, la Pucceria Assurd, Ceaca, il Gruppo di Volontariato e Solidarietà, il B&B la Cuntana, Biciclò e l’ Assocciazione Insieme Onlus  per aver contribuito – e qui cito Salvatore Borsellino – a fornire all’Agenda Rossa un luogo sicuro in cui dormire.”

Il programma prevede, sabato 8 luglio a partire dalle 17:30 presso il Ce.Str.im, un laboratorio per i più piccoli, un dibattito/incontro e un buffet musicale con l’accompagnamento live della Concert Band; domenica 9 luglio alle 9:00 sarà la volta della pedalata lungo la Via Appia organizzata dall’associazione ciclOstile FIAB Potenza per accompagnare i ciclisti tedofori nella prima parte della tappa verso Bari.

Vai a TOP