Nel Palermitano il primo parco giochi al mondo vietato ai telefonini

Nel Palermitano il primo parco giochi al mondo vietato ai telefonini

NASCE nel Palermitano il primo parco giochi vietato ai social. Telefonini banditi, divieto di chattare, social e siti web off limits. L’idea è di un comitato di genitori. Il progetto sorgerà a Balestrate (nella foto il sindaco Vito Rizzo) anche grazie al crowfunding.
L’appello dei promotori: e’ ancora possibile effettuare donazioni. Telefonini banditi, dunque, divieto di chattare, social e siti web off limits. L’idea e’ di un comitato di genitori che ha realizzato il progetto che sorgera’ a Balestrate, provincia di Palermo, grazie a una raccolta fondi di enti pubblici e privati. Il parco sorgera’ nell’atrio di una scuola elementare e sara’ accessibile a tutti. La prima pietra verra’ posta a giorni grazie alla disponibilita’ dell’amministrazione locale che ha messo a disposizione uno dei cantieri di lavoro finanziati dalla Regione siciliana. L’iniziativa consentira’ di portare a termine i primi interventi murari, poi tocchera’ ai volontari definire il progetto molto piu’ ambizioso il cui costo si aggira sugli 80 mila euro.

Share this post