Napoli, via Luca Giordano: presidio dei dipendenti senza lavoro

Napoli, via Luca Giordano: presidio dei dipendenti senza lavoro

Domani nuova manifestazione dinanzi a “Piazza Italia” in via Toledo

           Si è svolto stamani al Vomero, in via Luca Giordano, nei locali che fino a qualche giorno addietro erano occupati dall'esercizio commerciale "IntelliGent store" , il presidio democratico dei 37 dipendenti rimasti senza lavoro. L'esercizio è stato chiuso al pubblico dal 25 dicembre scorso e, da oggi, sono scomparse anche le insegne. Segno inequivocabile che l'attività è oramai cessata. Accanto ai lavoratori, che, per sensibilizzare i passanti, hanno anche esposto alcuni striscioni, ancora una volta si è schierato Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che già in passato aveva sostenuto, con una petizione che raccolse oltre 3.000 firme, la battaglia degli stessi dipendenti, quando circa un anno fa, aveva chiuso il negozio, marchio Trony, del gruppo FRC, che operava negli stessi locali.



        " Sono ancora una volta vicino a questi lavoratori - sottolinea Capodanno - che hanno già subito le travagliate vicende, l'anno scorso del gruppo FRC, e prima della società francese FNAC e che, ancora una volta, rischiano di rimanere senza lavoro ".



        L'attuale situazione nasce dallo scioglimento contrattuale esercitato dalla società Piazza Italia SpA, titolare, tra gli altri, del brand IntelliGent store, nei confronti della FRC Group srl, una vicenda molto complessa che riguarda anche la curatela fallimentare di quest'ultima società, e per la quale è stato indetto un incontro che si svolgerà il prossimo 7 gennaio.



        " L'unica cosa certa - aggiunge amareggiato Capodanno - e che, dopo meno di un anno dalle vicende che videro scendere in piazza i lavoratori, che sembravano essersi risolte con l'inaugurazione del nuovo esercizio commerciale, avvenuta il 25 marzo 2018, si è di nuovo al punto di partenza, con le saracinesche nuovamente abbassate e con la rinnovata preoccupazione dei 37 dipendenti interessati, con le rispettive famiglie, di  rimanere senza lavoro ".



        " Per questa ragione - conclude Capodanno - chiedo ancora una volta ai napoletani di sostenere la battaglia dei lavoratori in questione, anche partecipando al presidio democratico che si svolgerà domani, 4 gennaio, a partire dalle ore 9:00, presso il punto vendita Piazza Italia in via Toledo. Con l'auspicio che, nel frattempo, a tutela dei posti di lavoro, facciano sentire la loro voce anche le pubbliche istituzioni, Regione Campania e Comune di Napoli in testa, sino a questo momento rimasti silenti ".

Share this post