Napoli, ecco la stamperia dei documenti falsi

A seguito di accurate attività di appostamento e pedinamento gli Agenti della U.O. Polizia Investigativa Centrale della Polizia Municipale di Napoli hanno posto sotto sequestro una stamperia per la produzione di documenti falsi all’interno di una abitazione privata di vico fondaco a Vicaria, nei pressi di Porta Capuana, arrestando un cittadino di nazionalità ghanese, tale Mohammed Alì Tahiru di 42 anni.
All’interno del locale sono state ritrovate centinaia di carte d’identità, passaporti, carte di circolazione di veicoli, tessere sanitarie, parecchie banconote e vari timbri falsi degli uffici stranieri di alcune Questure italiane. Un fornito archivio di falsi o originali risultati rubati.
Il reo aveva allestito una stamperia e organizzato un vero e proprio mercato di falsi documenti contattando altri stranieri ai quali vendeva i falsi dopo aver scattava una foto all’acquirente, averla scannerizzata e apposta sul documento che veniva poi consegnato successivamente dietro il pagamento di una somma di denaro.
Al malvivente sono stati contestati vari reati: ricettazione, produzione di documenti falsi, contraffazione di atti pubblici, contraffazione di impronte digitali.
Go to TOP