casa

Ancora una volta abbiamo fotografato un trend negativo sulla citta’ di Napoli. Se l’ultimo dato dell’Istat sul mercato immobiliare 2014 in Italia parlava di ripresa, questo dato ha riguardato altre citta’ (Torino, Milano, Bologna, Roma), ma non la nostra”. Cosi’ Giovanni Adelfi, presidente della Borsa immobiliare di Napoli, a margine della presentazione stamane presso la Camera di commercio del capoluogo partenopeo, del listino ufficiale relativo al II semestre 2014 dei valori del mercato immobiliare di Napoli e provincia. “Questo dipende anche dalla struttura del nostro tessuto economico cittadino – aggiunge – perche’ e’ chiaro che dove manca il lavoro, o quando c’e’ ma non e’ a tempo determinato, manca la capacita’ da parte dei giovani di poter acquistare casa”. Dai dati emerge che a Napoli le vendite di abitazioni sono scese del 3,8% (dal 2007 ad oggi la diminuzione e’ stata del 45%), e che la fascia di abitazioni piu’ vendute sono quelle i cui valori non superano i 350 mila euro. La tipologia preferita da chi acquista e’ un immobile di 3 vani con doppi accessori e cucina abitabile. Valori in discesa (-2,7%) anche per le abitazioni in locazione; i box auto (in decremento in media su tutte le Municipalita’, dell’1,7% per le vendite e del 2,9% per le locazioni); i capannoni: in diminuzione sia i valori di vendita (-8,7%), che quelli di locazione (-14%).