Manifesti choc contro Caldoro, l’ira del governatore: “Torna la macchina del fango”

manifesti choc contro Caldoro

“Ritorna la macchina del fango?”. Si è affidato ad un tweet il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, per esprimere il proprio pensiero in merito ad alcuni manifesti diffamatori nei confronti dello stesso governatore e di altri esponenti politici affissi oggi a Napoli. Solidarietà dal capogruppo in consiglio regionale dei Fdi-An Passariello e da esponenti di Forza Italia. Per il Coordinatore regionale campano di Forza Italia, Domenico De Siano si tratta di: “Iniziativa vergognosa”. “Il nostro auspicio – aggiunge il senatore – è che sia fatta subito luce sugli autori e le ragioni di questa vile iniziativa con la quale qualcuno ha improvvidamente immaginato di poter gettare fango su uno degli uomini migliori della Campania, il presidente Caldoro. Al quale – conclude De Siano – va la nostra piena solidarietà”.

Stessa linea è quella del Coordinatore di Forza Italia della Provincia di Napoli, Antonio Pentangelo: “Gettare fango sul Presidente della Regione Campania è un’operazione tanto ignobile quanto poco intelligente: i cittadini conoscono infatti fin troppo bene chi è Stefano Caldoro e non sarà certamente qualche calunnia, sulla quale sarà certamente fatta chiarezza, ad intaccarne l’immagine”. Pentangelo ha proseguito: “Mi auguro che quanto accaduto trovi, immediata, la secca indignazione di tutte le forze politiche, nessuna esclusa”. Solidarietà espressa anche da parte del consigliere del gruppo ‘Caldoro Presidente’ del Consiglio regionale della Campania, Giuseppe Maisto, per il quale “non sarà certo qualche insinuazione, tanto falsa quanto vile, a fermare, come qualcuno immagina, la determinazione con la quale il presidente Caldoro sta cambiando, con sobrietà, trasparenza e rigore il volto della nostra regione”.

Go to TOP