Le tartarughe tornano in penisola sorrentina

Una Caretta caretta è risalita di notte sulla spiaggia di Recommone a Massa Lubrense in piena Area Marina Protetta di Punta Campanella. Poi è ritornata in mare valutando non idoneo l’arenile per la nidificazione.

Dopo l’incredibile nascita dello scorso settembre, quando una dozzina di piccole tartarughe erano state trovate sulla spiaggia di Meta di Sorrento, una Caretta caretta, nella notte tra mercoledì e giovedì, è risalita sull’arenile della Baia di Recommone a Massa Lubrense, in piena Area Marina Protetta di Punta Campanella. Non trovando una superficie sabbiosa è ritornata in mare.
L’evento, però, dimostra come le tartarughe stiano tornando nelle zone della costiera in cerca di luoghi dove far nascere i loro piccoli. Pochi giorni prima, un altro tentativo non riuscito su di una piccola spiaggia di Erchie, in costiera amalfitana.
” È incredibile questo avviatamento- sottolinea Michele Giustiniani, Presidente del Parco Marino di Punta Campanella- Le cose stanno cambiando e migliorando. Fino a pochi anni fa sarebbe stato impensabile un evento del genere”.
Intanto, l’Area Marina Protetta di Punta Campanella è in costante contatto con il network che sta monitorando le spiagge lungo le coste campane, coordinato dalla Stazione Zoologica A.Dohrn. Quest’anno record di nidi per la regione: 13 già accertati e un altro in fase di verifica. Tutti in provincia di Salerno, dove arenili più grandi, meno antropizzati e soprattutto sabbiosi, favoriscono le nidificazioni. Ma un occhio particolare meritano anche le piccole spiagge sabbiose della penisola e della costiera che potrebbero nuovamente ospitare il lieto evento.
L’ Amp Punta Campanella invita tutti a prestare attenzione alle tracce sulla sabbia ( simili a quelle di un piccolo trattore) e, nel caso di avvistamento di una tartaruga sulla spiaggia, a mantenere le dovute distanze senza infastidirla con luci ed altro, e a contattare la Capitaneria di Porto,  la Stazione Zoologica e il Parco Marino.

Tartaruga marina nella Baia di Recommone, Amp Punta Campanella

🐢Una tartaruga marina è risalita sulla spiaggia della Baia di Recommone giovedì notte 🐢➡️ La piccola baia, accanto a Marina del Cantone a Massa Lubrense, è nell'Area Marina Protetta di Punta Campanella.➡️La Caretta caretta cercava una spiaggia per nidificare ma resasi conto che quella di Recommone non era l'ideale è ritornata in mare.➡️ Le tartarughe infatti hanno bisogno di una spiaggia sabbiosa. Ricordiamo che se avvistate, bisogna mantenere una distanza di diversi metri, non infastidirle con le luci e chiamare la Capitaneria di Porto.🐢Dopo l'evento eccezionale della scorsa estate con la nidificazione su di una spiaggia della penisola sorrentina, a Meta di Sorrento, potrebbe verificarsi quindi un'altra incredibile nidificazione sulle spiagge della costiera, piccole e molto antropizzate. Eventi che non si verificavano da molti decenni. 🐢 In Campania quest'anno, record di nidi, tutti nella provincia di Salerno: già 13 accertati e un quattordicesimo in fase di accertamento nel Cilento, vera nursery per la specie con le sue grandi spiagge.➡️Molto attivo ed operativo il network di associazioni ed enti-di cui fa parte anche l'Amp di Punta Campanella- coordinato dalla Stazione zoologica A.Dohrn, che sta monitorando senza sosta le spiagge, dal litorale al nord di Napoli sino al sud della regione.➡️Occhio alle spiagge, soprattutto quelle sabbiose, pure in penisola sorrentina e in costiera amalfitana, dove c'è già stato un avvistamento ad Erchie nei giorni scorsi. E ora a Recommone!Video Fabrizio Esposito

Pubblicato da Punta Campanella Parco Marino su Venerdì 17 luglio 2020

Go to TOP