Politica interna
 
Roma – Dopo circa quattro ore di riunione tra il sindaco di Roma Ignazio Marino e il presidente del Pd e commissario Matteo Orfini, a casa del vicesindaco Marco Causi, le parti sono rimaste distanti e Marino sta ancora pensando di ritirare le dimissioni. Intanto hanno aperto un caso politico le parole del presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone, secondo cui “Milano si è riappropriata del ruolo di capitale morale del Paese, mentre Roma sta dimostrando di non avere quegli anticorpi di cui ha bisogno in vista del Giubileo”.
 
Omicidio stradale – La Camera ha approvato l’introduzione del reato di omicidio stradale. Previsti l’innalzamento della pena minima da 4 a 5 anni, un giro di vite per l’omissione di soccorso e fino a 18 anni di carcere per chi uccide in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe. A chi sarà condannato verrà automaticamente revocata la patente, che sarà possibile riottenere dopo 15 anni in caso di omicidio o 5 in quello di lesioni. Il testo torna ora in Senato per il via libera definitivo.
 
Politica estera
 
Siria – Anche l’Iran sarà presente al tavolo dei negoziati a Vienna sulla crisi siriana. Si tratta di un passaggio voluto dalla Russia e accettato dagli Stati Uniti. Infatti il Cremlino punta a una transizione con il coinvolgimento a tempo di Bashar Assad e la Casa Bianca ritiene utile la presenza di Teheran perché può facilitare la soluzione dei negoziati.
 
Turchia – A pochi giorni dalle elezioni anticipate in Turchia, il presidente Recep Tayyip Erdogan ha approvato il blitz della polizia contro le redazioni del gruppo editoriale Koza-Ipek, riconducibile al filosofo islamico Fetullah Gülen, che guida una corrente della destra islamica turca contrapposta a quella di Erdogan.
 
Economia e Finanza
 
Istat – L’Istat ha comunicato che in ottobre il clima di fiducia dei consumatori è salito ai livelli massimi dal 2002, infatti l’indice ha registrato un rialzo a 116,9 punti dai 113 di settembre. Anche la fiducia delle imprese italiane ha segnato i migliori dati dal 2007 ed è in crescita per il terzo mese consecutivo, passando a 107,5 punti dai 106,1 di settembre. Inoltre il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha annunciato che per quest’anno, rispetto a una previsione dello 0,7%, la crescita del Pil potrebbe sfiorare l’1%.
 
Fed – La Federal Reserve guidata da Janet Yellen ha mantenuto invariati i tassi d’interesse americani tra lo 0 e lo 0,25%, ma ha indicato per la prima volta il prossimo vertice di metà dicembre come possibile appuntamento per l’atteso rialzo. Di fronte all’ipotesi concreta di un aumento dei tassi, Wall Street ha dapprima azzerato i guadagni per poi riprendere quota. Intanto il Tesoro ha collocato tutti i 6 miliardi di euro offerti nell’asta di Bot a sei mesi, con il tasso medio ponderato negativo per la prima volta nella storia.