Politica interna
 
Cancellieri – Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri, al congresso dei Radicali a Chianciano, ha anticipato la sua autodifesa che si svolgerà al Senato martedì prossimo sul caso di Giulia Ligresti: “Sono serenissima e tranquilla, pronta a rispondere a qualunque domanda. Il mio è stato un intervento umanitario, se fosse morta cosa sarebbe accaduto?”. Palazzo Chigi ha diffuso una nota a difesa del ministro Cancellieri: “Siamo certi che le sue argomentazioni davanti alle Camere fugheranno ogni dubbio”.
 
Pd – Si moltiplicano sul territorio le denunce di irregolarità nelle iscrizioni al Partito democratico nei giorni in cui il partito celebra i congressi locali in vista delle primarie dell’8 dicembre. Gianni Cuperlo ha proposto di fermare il tesseramento, ma i renziani sono contrari al cambiamento delle regole in corsa.
 
Pdl – Il Pdl resta un partito diviso, con l’ala lealista fedelissima a Silvio Berlusconi guidata da Raffaele Fitto da una parte e quella delle colombe di Angelino Alfano dall’altra. Intanto sulla legge di Stabilità i toni si fanno sempre più duri, con Maurizio Gasparri che dice che “la manovra va completamente riscritta”.
 
Politica estera
 
Datagate – Il Guardian, attraverso nuovi documenti ricevuti da Edward Snowden, ha rivelato che l’intelligence britannica si sarebbe posta alla regia di un progetto di sorveglianza di massa, coinvolgendo diversi servizi segreti europei. Anche Aise e Aisi erano state contattate, ma il progetto si sarebbe arenato per le divisioni, le gelosie e le lotte burocratiche tra i due servizi italiani.
 
Mali – Parigi ha confermato che due giornalisti francesi sono stati uccisi nel nord-est del Mali poco dopo essere stati rapiti da un gruppo di quattro uomini armati. Le vittime lavoravano per Radio France Internationale e si chiamavano Ghislaine Dupont e Claude Verlon.
 
Economia e Finanza
 
Legge Stabilità – La Cgia di Mestre ha calcolato l’impatto riconducibile agli effetti di tutte le nuove voci fiscali introdotte dalla legge di Stabilità e ha fatto sapere che nel 2014 gli italiani pagheranno 1,1 miliardi di euro di tasse in più. Il viceministro dell’Economia Stefano Fassina ha contestato i dati degli artigiani di Mestre: “Famiglie e imprese non finanziarie pagheranno 1,6 miliardi in meno, il rincaro è per le banche”.
 
Banche – Il direttore generale della Banca d’Italia Salvatore Rossi ha sottolineato la necessità che “le banche aumentino la capacità di fare un’intelligente selezione del credito”. Inoltre Rossi ha richiamato il sistema produttivo italiano: “è importante che la struttura finanziaria del Paese sia meno dipendente dal credito bancario”.