La Sicilia Greca, viaggio alla scoperta di un nuovo business turistico

Le peculiarità del polo della “Sicilia Greca” e le nuove azioni di promozione turistica grazie al progetto “Mythos” sono state ieri al centro di un incontro a Palazzolo Acreide con i rappresentanti dell’Unione de Comuni Valle degli Iblei. Una riunione con i sindaci e gli addetti ai lavori per presentare il progetto “Mythos”, finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Una straordinaria opportunità per promuovere il territorio con un affascinante taglio culturale e storico di riscoperta, capace di valorizzare i lustri di un passato glorioso e le testimonianze che oggi sono in grado di narrarlo grazie ad importanti siti e resti archeologici ma anche grazie al connubio con numerosi attrattori che rendono straordinario il territorio della Sicilia del Sud-Est.

“Mythos” coinvolge proprio le zone di numerosi Comuni che ricadono tra le province di Siracusa e Ragusa, fulcro centrale, di quella Sicilia che fu Magna Grecia. Ad aprire i lavori ieri è stato il presidente dell’Unione Comuni Iblei, il sindaco di Bucchieri, Alessandro Caiazzo, mentre a dare il benvenuto a tutti è stato il padrone di casa, Carlo Scibetta, sindaco di Palazzolo Acreide.

Promosso dal Centro Studi Ibleo e da Nova Demetra, il progetto mira a coinvolgere i turisti trasformando il loro viaggio in un’esperienza da vivere direttamente sul territorio. Ezio Palazzolo, presidente del Centro Studi Iblei, ha illustrato nel dettaglio il progetto e le modalità di attuazione. Un sistema innovativo, che punta sull’interazione offrendo una “user experience” ottimale all’utente web che attraverso le piattaforme progettate acquisterà i pacchetti promossi. Strumento principale sarà infatti il portale www.mythosturismo.it (online a fine novembre), che incrocerà le prenotazioni alberghiere abbinandole a degustazioni, escursioni eventi presenti nell’area che sarà scelta dal turista. Un pacchetto completato dall’app ufficiale, scaricabile dagli store per iOS e Android, che rende ancor di più “Mythos” a misura di utente, divenendo una vera e propria mappa mediante i 500 attrattori già mappati.

“Quella che si vuole offrire al turista è un’esperienza ancor più che una semplice vacanza – è stato spiegato durante l’incontro – Il viaggio inteso come scoperta di un territorio, nelle sue differenti sfumature e nelle molteplici possibilità che esso può offrire. Ed attraverso i mezzi che mettiamo a disposizione l’utente ritagliandolo in base ai propri interessi con un ventaglio di proposte facilmente fruibili on line”.

Il progetto coinvolge i territori dei Comuni di Avola, Buccheri, Buscemi, Cassaro, Comiso, Ferla, Ispica, Modica, Monterosso Almo, Noto, Pachino, Palazzolo Acreide, Portopalo di Capo Passero, Pozzallo, Ragusa, Rosolini, Scicli, Siracusa, Sortino. Territori ricchi di storia, di cultura e di bellezze dal forte rilievo turistico, che rendono il polo della “Sicilia Greca” una meta ambita. Ai suggestivi siti archeologici si affiancano paesaggi mozzafiato, spiagge dorate e frastagliate pareti rocciose che fanno da cornice al mare cristallino. Una terra apprezzata per la sua bellezza, ma anche e soprattutto per la bontà della sua enogastronomia, una cucina apprezzata in tutto il mondo. Gli appuntamenti informativi sul progetto “Mythos” proseguiranno la prossima settimana. Mercoledì 18 novembre incontro a Rosolini mentre il 23 novembre sarà la volta di Siracusa.

Vai a TOP