Fra il Burian, vento siberiano, e la neve, prevista persino a Roma e scesa gia’ a Torino, il campionato e’ rimasto bloccato per quanto riguarda la lotta di vertice: Juventus-Atalanta e’ stata rinviata. Questo ha complicato il calendario perche’ adesso il groviglio di date, fra Champions, Coppa Italia e serie A, rendera’ la vita difficile a tutti, specialmente alla Juventus. Bisognera’ vedere quali saranno le decisioni per il recupero: potrebbe avvantaggiare o svantaggiare qualcuno? Si e’ detto che si aspettera’ l’esito di Tottenham-Juventus di Champions, si e’ parlato del 13 o 14 marzo. Intanto incombe l’altra sfida fra Juventus-Atalanta di Coppa Italia, in programma mercoledi’.

Si e’ persino costruito un castello di illazioni su questo rinvio: le squadre non erano nelle migliori formazioni ecc. Poi ha smesso di nevicare, alle 19. Perche’ non hanno aspettato? Non volevano giocare…La Juve ha in mano pure le leve che manovrano la neve? E’ quindi tempo di Burian e di buriane. Aspettiamo ora il Napoli, alla prese con la non agevole trasferta di Cagliari, per saperne di piu’ sulla lotta di vertice: la squadra di Sarri potrebbe ritrovarsi a +4, dopo il Monday Night. La capolista, liberatasi degli impegni infrasettimanali, adesso punta allo scudetto come unico traguardo. In Sardegna giochera’ la formazione standard, contro la squadra di Lopez, priva di Cigarini, ma con un Pavoletti ex avvelenato. Al San Paolo i rossoblu vennero sconfitti con i gol di Hamsik, Martens su rigore e Coulibaly. Fischiera’ Giacomelli.

d eccezione di Torino, si e’ giocato ovunque e la partita piu’ interessante e’ stata Roma-Milan. Di Francesco ha lasciato fuori Florenzi, De Rossi e Dzeko. Ha preso un gol dal solito Cutrone (6 gol), Calabria ha raddoppiato e la Roma ha perso. Sarebbe stato meglio, se avesse nevicato in anticipo anche sulla Capitale. Gattuso in otto partite ha fatto 20 punti e, alla vigilia del derby, e’ a sette punti dall’Inter. Nella Roma, se non segna Under, non lo fa nessuno. Cosi’ dopo tre vittorie di fila, i giallorossi si sono arresi a un avversario in forma, ne’ e’ servito l’innesto di Schick. La Lazio, col suo attacco-mitraglia (64 gol, Immobile 23) ha vinto pure sul campo del Sassuolo (solo 15 reti segnate, peggior prima linea). La Lazio corre sempre piu’ velocemente verso la Champions, dopo un periodo di appannamento. La squadra di Inzaghi (con doppietta di Milinkovic) e’ ancora in corsa anche per Europa League e Coppa Italia, mentre il Sassuolo e’ precipitato sempre piu’ in giu’ ed e’ in zona-pericolo. e’ stata una partita animata con due espulsi (Berardi e Marusic), un rigore e parecchi episodi discussi. E ora Inter. Skriniar e Ranocchia, che a Genova avevano combinato il pasticcio dell’autogol decisivo a favore dei rossoblu, sono stati i goleador interisti contro il Benevento. Un riscatto. Ma non sappiamo quanto Spalletti possa menar vanto per una vittoria maturata su due palle inattive e non su azioni di gioco. Il tecnico nerazzurro ha “risparmiato” Icardi che si stava gia’ scaldando, visto che i gol non arrivavano. Poi, la doppietta in tre minuti ha cambiato tutto.