La poesia della Settimana. “Novello Cupido”

Un caloroso saluto agli amanti della poesia, questa settimana Vi propongo una poesia tratta dalla mia seconda raccolta “Canto ll’ammore”, dal titolo: Novello Cupido. Il tema trattato è quello dell’amore romantico di un’epoca ormai lontana, quando si era solito scrivere lettere d’amore su dei veri fogli di carta dove le parole venivano pensate, soppesate e sospirate, e restavano indelebili per anni e non come oggi che si usano dei semplici messaggini con piccole frasi o “faccine” uguali per tutti e che non portano in se alcun sentimento. Mi dispiace dirlo ma l’epoca attuale ha perso molto del romanticismo di una volta, quando la conquista della persona amata percorreva le strade del pensiero romantico. Vi auguro un romantico e felice fine settimana con la persona amata.

Mario Longobardi

Novello Cupido

Cupido novello

postino modello

rendo ll’ammore

assaje molto bello.

Novello Cupido,

mme mettiette  a fa ‘o pustino,

purtave  lettere  d’ammore

p’ ’e  core ’nnammurate ,

pe’  anne  e  anne

tanti  core  accuntentaje.

Poeti  e  scrittori

erano ‘e core ‘nnammurate.

Parole  ardente

de  core  cchiù  fremente,

scritte ‘ngopp’ ‘e  foglie  prufumate

de suspire ‘e nu core ‘nnammurate.

Cupido novello

postino modello

rendo ll’ammore

assaje molto bello.

Cupido  seppur  novello,

so’  state  penzionato

‘a chisti core nuove

ca’ nun so’ cchiù ’nnammurate,

niente cchiù  lettere  scritte,

mo’ è  ccose  vann’ è  presse,

poche  ammore  e  sule  sesso,

‘na semmana   o  quacche mese

e  po’  via cu’ n’ata ‘mpesa,

è  fernuto ‘o  sentimento

nun ‘ncè  stanne  core  amante.

Ah belli tiempe quanno

Cupido novello

postino  modello

rendeva ll’ammore

assaje molto bello.
 

www.facebook.com/mario.longobardi.7121

email: mario.longobardi1963@gmail.com

Go to TOP