LA GOCCIA. Quando i leghisti insultavano il Sud. #pernondimenticare

LA GOCCIA. Quando i leghisti insultavano il Sud. #pernondimenticare

La memoria e l’identità di un popolo si distrugge anche con le parole. Per anni i leghisti, la razza padana, ha inveito contro i terroni. Accusandoli di tutto. Con ondate di odio e di razzismo. Così, per non dimenticare, vale la pena di ricordare le parole e le iniziative utilizzate dalla Lega per conquistare il Nord e, nello stesso tempo, spaccare il Paese.Ogni giorno tre frasi da incorniciare e tirare fuori alle prossime elezioni.

  • Se non ci sarà il federalismo, ci potrà essere la secessione.(Roberto Castelli, vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti)
  • Siamo stanchi di sentire in tv parlare in napoletano e romano. (Luca Zaia, presidente della regione Veneto)
  • Se dovessimo celebrare in Friuli Venezia Giulia i 150 anni dovremmo issare sul pennone la bandiera austro-ungarica. (Edouard Ballaman, presidente del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia)

Share this post