In Puglia nel segno di Gianni Rodari

Si lavorerà nel segno di Gianni Rodari. In Puglia, per le bambine e i bambini dai 6 e gli 11 anni. Ci sono una regista teatrale, un regista cinematografico e una scenografa, insieme per seguire i piccoli allievi su una piattaforma deve raccontare le favole del grande scrittore e pedagogista, del quale quest’anno si ricorda il centenario dalla sua nascita. Questi sono solo alcuni degli elementi principali dei tre laboratori di cinema e creatività che partiranno a luglio,  via streaming, per continuare a fare formazione e ad essere vicini alle famiglie e ai bambini e alle bambine. S’intitola “Non c’è di-stanza che tenga” il nuovo progetto della cooperativa I bambini di Truffaut, realizzato in collaborazione con Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della cultura e Valorizzazione del Territorio-, Apulia Film Commission e Mediateca Regionale Pugliese.

Per farlo si serviranno di oggetti comuni che i piccoli possono reperire in casa. L’obiettivo è realizzare delle favole animate in racconti video che potranno anche diventare materiale didattico. L’iscrizione è gratuita, ma i posti sono limitati (info sul sito: www.ibambiniditruffaut.com).

“Sono ormai diversi anni che Apulia Film Commission è accanto alla cooperativa I bambini di Truffaut e alle sue pregevoli iniziative – spiega Simonetta Dellomonaco, presidente di Apulia Film Commission -. Questa in particolare, anche se streaming, è destinata ai fruitori del cinema e del teatro di domani. I bambini, infatti, avranno la possibilità di misurarsi praticamente realizzando dei progetti video animati, che potranno rimanere nel tempo come materiale didattico”.

E il cinema? Non può mancare. Costante presenza nelle iniziative della cooperativa pugliese, diretta da Giancarlo Visitilli, che da oltre 10 anni si occupa di formazione ed educazione. “Da mesi sostengo che la distanza è un ossimoro, in rapporto alle persone. E quindi alla scuola, al cinema, al teatro, a tutto ciò che ci fa star bene. Ecco il perché di queste tre iniziative dedicate alla famiglia e in particolare ai più piccoli: con “a di-stanza” cerchiamo di recuperare tutto ciò che l’abitudine non ci fa vedere più nelle nostre stanze, a lungo e costrette ad essere abitate… E chi, meglio di Rodari, e di tanti altri autori cineasti, può riavvicinarci a noi stessi, prima che ci si possa riavvicinare agli altri?”

Inoltre saranno nove le visioni di film previsti dal 7 al 30 luglio a iniziare da “Ernest e Celestine”, un film d’animazione franco-belga diretto da Stéphane AubierVincent Patar e Benjamin Renner, con la sceneggiatura diDaniel Pennac. Si prosegue con “Babylon Sisters” di Gigi Roccati (9/7), “Azur & Asmar” di Michel Ocelot (14/7), “In un mondo migliore” di Susan Bier (16/7), “Big fish e begonia” di Liang Xuan eChun Zhang (21/7) “Selfie” di Agostino Ferrente (23/7), “Non ci resta che vincere” di Javier Fesser (28/7) e “L’agnese va a morire” di Giuliano Montaldo (30/7).

Per aderire è necessario il giorno prima della proiezione da calendario del film, di inviare una mail, specificando nell’oggetto titolo e data di proiezione all’indirizzo ibambiniditruffaut.luisa@gmail.com.

Le modalità di accesso saranno fornite all’indirizzo mail d’iscrizione.

Video https://www.youtube.com/watch?v=rqcPhiVavzA

Go to TOP