Chi ha ucciso a coltellate Giuseppe Dell’Arte, 43 anni, geometra catanese incensurato, trovato morto in un garage di via Fiume, nel quartiere periferico della parte nord-orientale di Catania?

L’assassino si è accanito così tanto sul 43enne, il cui corpo presenta numerosissime ferite da arma da taglio, parecchie dritte al collo. Il taglierino che è stato rinvenuto poco distante dal cadavere è l’arma del delitto o l’ha portata via con sé l’assassino?

Il giallo

L’omicidio è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì, ma la notizia è trapelata solo sabato. Si è trattato di un omicidio particolarmente efferato, si ritiene commesso da qualcuno che conosceva bene la vittima e che probabilmente aveva appuntamento in quel garage. Il primo allarme è arrivato ai Carabinieri da una telefonata anonima. Se è stata fatta con un cellulare usa e getta sarebbe la prova della premeditazione dell’omicidio. Altrimenti sarà facile risalire al chiamante.

Le ipotesi

Sono diverse le ipotesi investigative, ma gli inquirenti propendono per l’omicidio d’impeto e hanno sentito in questi giorni parenti e amici per scavare nella vita della vittima e ricostruire gli ultimi movimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *