Scarpe di Mizan02-Giuseppe CarforaSarà il Nouveau Théâtre de Poche, nell’ambito del Progetto Zattera, a presentare Scarpe di Mizan, in scena da venerdì 6 febbraio ore 21.00 (repliche fino a domenica 8 febbraio ore 18.00). Lo spettacolo, diretto ed interpretato da Daniele Marino s’interroga sulla condizione dell’emigrato, in un periodo storico in cui gli sbarchi clandestini, il rifiuto, la fuga dal paese di origine, sono materiale vivo per una complessa indagine sociale e politica.

La drammaticità di temi, quali l’intolleranza e la non accettazione del prossimo, è l’oggetto dell’analisi che ha spinto l’attore-regista a confrontarsi e a scrivere una nuova drammaturgia. La Traversata sulla fuga ed altri fossi (sottotitolo della pièce) intrapresa da Mizan, attraverso l’Europa, sarà per lui la scoperta di un mondo indifferente e violento, ricco di speranze e di falsi miti, specchio di una società distratta, mirata sempre di più alla globalizzazione dell’individuo stesso, della sua opinione pubblica, della sua libertà.

Sebbene la storia del giovane profugo affondi le sue radici in una realtà contingente e concretamente tangibile, il lavoro di Marino si sostanzia di una materia simbolica dichiaratamente trasformata in “gioco teatrale”. Si tratta di un emblematico viaggio d’iniziazione alla ricerca di sé e dell’Altro invisibile. Inoltre lo spazio scenico e i pochi oggetti in scena, sono assurti come simulacri poetici, simboli estremi all’interno di una narrazione serrata, che prende continuamente le distanze dalla speculazione dei media sull’argomento e affonda la drammaturgia in una impossibilità palese del raccontare un tema come l’immigrazione.

Scarpe di Mizan, produzione indipendente della Compagnia Rena Libre, in collaborazione con il Te.Co/Teatro di contrabbando, si propone come un sincero ed intimo racconto di un’esistenza-resistenza che attraversa ogni tempo e ogni luogo, offrendo una chiave di lettura inedita, o quanto meno poco esplorata, sulla figura dell’errante, del migrante, dell’attore, anch’egli “clandestino”, avulsa dai comuni pregiudizi e intrisa di poesia.

 

 

 

Scarpe di Mizan | Traversata sulla fuga e altri fossi

Dal 6 all’8 febbraio 2015

Nouveau Théâtre de Poche

Via Salvatore Tommasi, 15-Napoli

Info e prenotazioni:

Tel: 081 549 09 28/3473570098

e.mail: info@theatredepoche.it

Orario-spettacolo: ore 21.00(feriali), ore 18.00(domenica)