EDICOLA SUD / L’ESPRESSO: Ciò che è vivo e ciò che è morto nel Masterplan per il Mezzogiorno

La campagna elettorale per le comunali è finita. E così sui sedici Patti per il Sud e il Masterplan è calato il silenzio.

Le risorse, che in un primo tempo il governo aveva indicato pari a 98 miliardi fino al 2023, si sono assottigliate.

Ne parla Alberto Crepaldi sull’Espresso del 21 luglio 2016 (pagina 37). E spiga…

Di risorse effettive parla il sottosegretario Claudio De Vincenti in risposta a una interrogazione di Arturo Scotto (Sinistra Italiana): 26,8 miliardi che servono a finanziare i progetti definiti per i prossimi quattro anni.

C’è un però… “Esaminando le schede tecniche dei diversi progetti – scrive Crepaldi –, si vede che i fondi effettivamente stanziati sono soltanto 13,4 miliardi. E che i patti già siglati tra governo ed enti locali per effettuare gli investimenti sono solamente otto (4 Regioni: Campania, Basilicata, Calabria, Abruzzo; 4 città metropolitane: Reggio Calabria, Catania, Palermo, Bari)…”.

E ancora: “… poco più del 10 per cento della spesa verrà effettuata in tempi brevi, entro il prossimo anno, mentre il resto degli investimenti dovrà attendere almeno fino al 2019…”.

Ma non basta: “… nessuno dei patti fino ad ora sottoscritti è stato sottoposto al necessario vaglio del Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe)…”. Che potrebbe anche intervenire nel merito e chiedere modifiche…

Go to TOP