COVID 19 / Asma e allergie, occhio ai sintomi: confronto tra pazienti e specialisti per tenere lontano il Coronavirus

Per chi soffre di asma ed allergie, starnuti naso che cola e tosse sono compagni di viaggio quotidiani a cui, in questi mesi di emergenza, bisognerà badare con molta attenzione. Protezione attraverso la vaccinazione influenzale, continuità terapeutica e prevenzione dei sintomi delle forme parainfluenzali grazie all’aerosolterapia, sono alcuni dei suggerimenti ai pazienti.

Questi ultimi sono al centro dell’evento digitale che si terrà domani 29 ottobre in diretta dalle ore 12.00 sulla pagina https://www.facebook.com/unrespirodisalute.

Si tratta di una delle tappe virtuali della campagna educazionale sull’aerosolterapia promossa da FederAsma e Allergie Onlus che tocca la Campania e si inserisce all’interno del progetto Un respiro di Salute realizzata con il patrocinio di Iar (Accademia italiana di Rinologia), Siaip (Società scientifica italiana di Allergologia e Immunologia pediatrica) e Simri (Società italiana per le Malattie respiratorie infantili) e il contributo non condizionato di Chiesi Italia.

I giovani pazienti con asma in Campania si stima siano oltre 100 mila: in un momento di emergenza sanitaria legata al Covid-19 e con la stagione influenzale alle porte, per tutti loro diventa fondamentale gestire la propria patologia con la massima attenzione.

Un momento di confronto dunque atteso tra specialisti e mamme con bambini asmatici e allergici per affrontare il momento attuale con maggiore consapevolezza.  “Durante i mesi passati abbiamo rilevato che molti pazienti con patologie croniche come l’asma, oltre ad avere saltato i controlli per paura di recarsi presso gli ospedali e gli ambulatori di riferimento, hanno anche interrotto la terapia – avverte Michele Miraglia Del Giudice, docente di Pediatria all’Università Vanvitelli – alle porte della stagione influenzale e con un’emergenza sanitaria come quella di Covid è fondamentale sensibilizzare chi convive con l’asma a proteggersi e soprattutto a non interrompere mai la cura. La protezione può essere messa in atto sia attraverso l’attento rispetto delle regole di distanziamento, sia attraverso la vaccinazione anti-influenzale. Non dobbiamo infine dimenticare che l’aerosolterapia rimane per questi pazienti un aiuto fondamentale e sicuro sia per l’erogazione della terapia, sia per la gestione di sintomi legati a infezioni delle alte e basse vie respiratorie.”

Come distinguere i sintomi da Covid-19 con quelli dell’influenza e quali azioni intraprendere?

“Per comprendere se siamo di fronte a un potenziale caso di Covid-19 o a una semplice influenza – aggiunge Fabrizio Pregliasco, virologo presso il Dipartimento Scienze biomediche dell’Università di Milano, Responsabile scientifico e presidente di Anpas – un grande aiuto viene dalla vaccinazione contro l’influenza che per gli asmatici, considerati soggetti a rischio, è gratuita e fortemente raccomandata. Vaccinarsi significa escludere potenzialmente che una sintomatologia sospetta sia riferibile all’influenza”. Ma In questi mesi dovremo convivere anche con patologie para-influenzali (infezioni delle alte o basse vie respiratorie dovute a virus diversi da quelli influenzali e dal Covid-19) che diventano un ulteriore aspetto da gestire nel modo corretto. “La prevenzione rimane l’arma migliore. – Continua Pregliasco – una buona abitudine è mantenere le vie aeree pulite grazie, ad esempio, alle docce nasali o intervenire con l’aerosol per lenire da subito l’inizio di congestioni delle alte vie respiratorie (naso, orecchie e gola)”. Durante la diretta Facebook sarà possibile porre domande agli specialisti per rispondere a tutti i dubbi che le famiglie in questo momento si trovano ad avere.

La campagna educazionale sull’aerosolterapia “Un Respiro di Salute” è nata nel 2018 per rispondere alle richieste di chiarezza su come affrontare e gestire le patologie delle vie respiratorie, anche attraverso dispositivi per l’aerosolterapia e per rispondere alla ricerca di informazioni così frequente su internet ma al contempo, proteggere mamme, genitori, cittadini che navigano in rete da falsi miti e informazioni imprecise” conclude Laura Mastrorillo, Presidente di FederAsma e Allergie Onlus. – “Nell’era digital, delle mamme on line e dell’emergenza Covid-19, “Un Respiro di Salute” vuole diventare un punto di riferimento certificato per tutti coloro che navigano sui social”.

Un progetto che insieme al sito www.unrespirodisalute.it e la pagina FB @unrespirodisalute è uno strumento in più attraverso cui continuare ad educare e informare i cittadini affinché prendano consapevolezza dell’importanza della prevenzione anche indoor nelle patologie respiratorie e per distinguere i sintomi non confondendoli con quelli del Covid-19. L’aerosolterapia in questo campo è un valido aiuto nella prevenzione e gestione delle patologie acute e croniche delle vie aeree.

Go to TOP