La città pericolosa, al Vomero tanti rami spezzati non rimossi

rami spezzati“ Sono alcuni giorni che i grossi rami, spezzati dalle folate di vento dei giorni scorsi, di un albero posto nella centralissima piazza degli Artisti, giacciano a terra sul marciapiede, costituendo, tra l’altro, un intralcio alla viabilità pedonale – stigmatizza Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Nonostante le richieste e le proteste, fino a questo momento, non si è fatto vivo nessuno per la rimozione dei rami le cui foglie stanno appassendo con possibili conseguenze anche sul piano igienico-sanitario“.

 

“Eppure al Vomero è all’opera la ditta che sta effettuando la potatura delle alberature stradali – sottolinea Capodanno -. Basterebbe che dagli uffici competenti partisse un’apposita richiesta per rimuovere finalmente i rami e liberare così il marciapiede con il ripristino della situazione precedente e l’eliminazione di ogni possibile pericolo “.

 

“Purtroppo anche quest’episodio – afferma Capodanno – s’inquadra nel lento ma inesorabile degrado che, da un poco di tempo a questa parte, affligge quello che era considerato uno dei cosiddetti “quartieri bene” del capoluogo partenopeo. Tra le principali cause di questo degrado anche la presenza di numerose buche ed avvallamenti che costellano diverse strade del quartiere, laddove i pochi interventi che vengono messi in atto riguardano, per lo più, i tratti pedonalizzati di via Scarlatti e di via Luca Giordano “.

 

“ Solo per esemplificare, ma lo stesso discorso si potrebbe fare anche per altre arterie, in via Tino di Camaino, una delle strade fondamentali nei collegamenti tra i quartieri collinari del Vomero e dell’Arenella, sia sulla carreggiata sia sui marciapiedi si sono manifestati da tempo numerosi dissesti, senza che, a tutt’oggi, siano stati riparati né è dato, allo stato, sapere se e quando si pensa d’intervenire “.

Go to TOP