Carmine Meraviglia, una vita dedicata all’arte a partire dalla età di 8 anni

Carmine Meraviglia, una vita dedicata all’arte a partire dalla età di 8 anni

Carmine Meraviglia è un artista, pittore surrealista-figurativo-materico e scultore. Talentuoso, completo, camaleontico, eclettico, creativo, fantasioso ed originale, in grado di spaziare con successo, autonomia e personalità in diversi campi artistici tra cui anche l’elaborazione grafica.
Una vita dedicata all’arte a partire dalla tenera età di 8 anni, grazie alla quale apprende e rende proprie, con grande maestria, le tecniche artistico – scultoree – pittoriche. In particolare: la preparazione e l’utilizzo dei colori; l’accostamento e il passaggio fluido ed armonico da un colore ad un altro; l’utilizzo fluido, personale ed innovativo dei drappeggi; la rappresentazione originale dell’esasperatismo. Le sue pennellate sono fluide e morbide. I colori principalmente utilizzati nelle sue opere sono il rosso, il blu, il giallo, l’arancio, il celeste, il rosa, il veronese. Li ottiene dalla preparazione dei pigmenti o terre (come usavano gli artisti nell’antichità) in quanto hanno un effetto più naturale ed armonico, nel passaggio fluente e morbido, quasi impercettibile, da un colore all’altro.
I drappeggi disegnati e dipinti in modo fluido ed originale, rappresentano unitamente ai colori, il movimento e il divenire dell’anima terrena e spirituale.
Tutte le opere realizzate dal maestro Carmine Meraviglia, comprese le elaborazioni grafiche, rappresentano storie, pensieri, idee e stati emotivi che oltrepassano l’apparenza, attraversano il dolore, la fragilità dell’umano e della società. Hanno un inizio, uno svolgimento, in cui seguono un percorso simbolico-analogico- emotivo e talvolta anche logico-razionale, fino a risolversi, come in una sorta di catarsi, in una positiva e religiosa visione eterna verticistica, moltiplicante e salvifica della vita e del futuro, in cui prevalgono i valori della vita: maternità, solidarietà, fratellanza, rispetto, onestà, armonia e pace tra i popoli della terra.
L’ opera profondamente più rappresentativa dell’arte di Carmine Meraviglia è senz’altro “Genesi Moltiplicante”. Un affresco realizzato da marzo a giugno 2006, su commissione, su intonaco fresco, metri 9×3, sull’intera parete frontale della sala convegni dell’Ospedale “Antonio Cardarelli” di Campobasso.
Carmine Meraviglia nel corso della sua straordinaria carriera artistica ha viaggiato tantissimo, numerosi sono stati i premi e i riconoscimenti. Nonostante tutto, rimane nella sua amata città di Napoli, donandole lustro con le sue meravigliose opere, realizzate ed esposte in diversi punti della città, nonché al Museo della Metropolitana Collinare, Stazione Rione Alto.
Collabora da 40 anni, con L’ ISTITUTO ” G. PASCALE” INT (Istituto Nazionale Tumori) IRCCS di Napoli. Al quale si dedica quotidianamente, donando lustro agli spazi interni con l’esposizione delle sue bellissime opere.

Share this post