Campania, al via la staffetta generazionale: la Regione stanzia 3 milioni

Da oggi fino al 31 dicembre possono essere presentate le richieste per accedere alla misura della “Staffetta generazionale” in Regione Campania.

A seguito dell’emanazione dell’avviso pubblico, infatti, i datori di lavoro interessati possono presentare domanda per la trasformazione in part-time del contratto di uno o più lavoratori maturi che abbiano aderito in maniera volontaria e per l’assunzione di uno o più giovani con contratto a tempo indeterminato, anche in apprendistato.

Si ricorda che la misura si pone l’obiettivo di incrementare l’occupazione giovanile, in base alle esigenze dei lavoratori anziani (3 anni o meno dalla pensione), in una prospettiva di solidarietà intergenerazionale.

Per questo avviso, la Giunta Caldoro ha messo in campo 3 milioni di euro.

Ecco in sintesi la procedura:

Tutti i datori di lavoro privati interessati e che ne hanno i requisiti presentano la domanda alla Regione attraverso PEC con tutta la documentazione richiesta;

Gli uffici regionali esaminano le istanze in ordine cronologico e trasmettono le domande ammissibili all’Inps;

L’Inps controlla il possesso dei requisiti degli ammissibili e quantifica i contributi da versare. La Regione pubblica il decreto definitivo degli ammessi alla misura e liquida i contributi all’Inps in base al protocollo d’intesa stipulato con l’ente lo scorso 27 maggio;

  • Il datore di lavoro, entro i 30 giorni successivi, trasforma il contratto dell’anziano ed assume il giovane, comunicandone il nominativo alla Regione.
Go to TOP