Blitz del ministro Lorenzin al Cardarelli, l’infermiere non la riconosce

“Sono qui per una visita…” e l’infermiere  risponde “quali sintomi accusa?”: un pittoresco fuori programma ha dato il via all’ispezione a sorpresa del ministro della Salute Beatrice Lorenzin nell’ospedale Cardarelli di NAPOLI. Il ministro ha visitato il pronto soccorso, le medicherie, il “red point” (dove vengono sistemati i pazienti classificati in codice rosso) e i reparti di osservazione intensiva breve, emodialisi e quello di rianimazione. Beatrice Lorenzin, nel corso del tour, e’ stata accompagnata dal primario Fiorella Paladino e dal direttore generale Rocco Granata. Si e’ intrattenuta con il personale medico che ha colto l’occasione per illustrarle la situazione del nosocomio: “E’ un ospedale sotto stress – ha detto il chirurgo Pasquale Zenone – che dall’inizio dell’anno, cioe’ in appena 25 giorni, ha dovuto trattare complessivamente ben 6500 ingressi”. Al ministro, il chirurgo ha anche sottolineato che c’e’ la cattiva abitudine di recarsi in ospedale per disturbi anche lievi i quali “tolgono tempo ai pazienti che hanno veramente urgenza di essere assistiti”. E per dare forza a questa affermazione ha citato “il caso delle partite del NAPOLI”: “Quando gioca il NAPOLI – ha proseguito il chirurgo – gli ingressi calano drasticamente

Vai a TOP