Al via i saldi, si parte dalla Basilicata e dalla Sicilia

Al via i saldi, si parte dalla Basilicata e dalla Sicilia

Dopo tanti calcoli, previsioni e valutazioni da oggi finalmente partono i tanto attesi saldi invernali. La stagione 2019 degli sconti inizia da Basilicata e Sicilia per allargarsi domani alla Valle d’Aosta e, infine, da sabato 5 gennaio, coinvolgere tutte le regioni del Paese. Secondo le stime dell’Ufficio Studi Confcommercio, sono oltre 15 milioni le famiglie italiane che faranno acquisti grazie ai saldi, poco più della metà dei 26 milioni di famiglie italiane. Per questa prima tornata di saldi dell’anno nuovo il giro d’affari stimato è di oltre 5 miliardi di euro e Confcommercio calcola che per gli sconti invernali si dovrà mettere in conto una spesa media a famiglia di 325 euro, circa 140 euro pro capite. Particolarmente alta, secondo le stime diffuse invece da Confesercenti con Swg, l’adesione dei commercianti e degli acquirenti visto che ad aderire alle svendite invernali potrebbero essere circa 280mila attività commerciali, inclusa praticamente la totalità dei negozi di moda e di tessili. E anche i consumatori non si tirano indietro.


Secondo l’indagine dell’associazione delle micro, piccole e medie imprese, infatti, a fare acquisti in saldo sarà circa un italiano su due (il 47%) che, rileva Confesercenti, “ha già deciso” di “fare almeno un acquisto”. Il consumatore propenso ai saldi, segnala ancora l’associazione, ha valutato di investire in media 122 euro, pari a circa 280 euro a famiglia”. Pessimista sul fronte prettamente economico rispetto alla riuscita dei saldi è il Codacons che prevede un nuovo calo delle vendite “seguendo un trend oramai consolidato negli ultimi anni”. “I saldi invernali non basteranno a risollevare le sorti del commercio” scandisce infatti il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. Gli acquisti, calcola Rienzi, “durante il periodo di sconti, infatti, faranno registrare anche nel 2019 una pesante flessione, pari a circa il -7% su anno e una spesa media a famiglia che scende a quota 157 euro”

Share this post