Addio a Giuseppe Galasso, grande interprete della storia del Sud

E’ morto all’eta’ di 88 anni lo storico napoletano Giuseppe Galasso. Era ordinario di Storia Medievale e Moderna presso l’Universita’ Federico II di Napoli dal 1966. E’ stato eletto preside della Facolta’ di Lettere e filosofia della stessa universita’ dal 1972 al 1979. E’ stato anche docente di storia moderna all’universita’ Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Per l’editore Laterza ha curato una Storia d’Europa, ed e’ autore di numerose pubblicazioni sulla storia dell’Italia meridionale e
sul Risorgimento, oltre che di saggi filosofici e di studi su Benedetto Croce, del quale ha curato la riedizione delle opere per
la casa editrice Adelphi.
Era presidente della Societa’ napoletana di storia patria dal 1980, ed e’ stato presidente della Biennale di Venezia dal
dicembre 1978 al marzo 1983 e della Societa’ Europea di Cultura dal 1982 al 1988.
Esponente del Partito Repubblicano Italiano, dal 1970 al 1993 e’ stato consigliere comunale a Napoli, di cui e’ stato anche assessore alla Pubblica Istruzione dal 1970 al 1973. Nel 1975 fu incaricato sindaco della citta’, ma rinuncio’ all’incarico perche’
impossibilitato a costituire una giunta. E’ stato membro della Camera dei deputati per il Partito repubblicano nella IX, X e XI
legislatura (dal 1983 al 1994). Tra il 1983 e il 1987 e’ stato sottosegretario ai Beni Culturali e Ambientali (primo e secondo
governo Craxi).

Vai a TOP