Colombo aveva ragione: Ha incontrato davvero i cannibali

Uno studio condotto su oltre 100 antichi teschi analizzati con un software simile a quelli di riconoscimento facciale per stabilire la relazione genetica tra gli individu ha rivelato che un gruppo sudamericano indigeno noto come “Caribs” ha invaso le isole nell’800 d.C. – centinaia di anni prima delle stime precedenti.

Quindi Colombo aveva ragione quando 500 anni fa aveva detto di aver combattuto contro un popolo che praticavano il cannibalismo. Le sue affermazioni erano state smentite dagli scienziati in quanto si credeva che i Carib non avessero invaso le isole fino ad almeno 100 anni dopo che Colombo e i suoi invasori spagnoli erano arrivati ​​lì. Tuttavia, una nuova analisi di alcuni dei primi teschi trovati sull’isola dimostrano che i Carib erano effettivamente lì durante il viaggio di Colombo.

“Ho passato anni a cercare di dimostrare a Columbus che aveva torto quando aveva ragione”, ha ammesso William Keegan, ricercatore senior al Florida Museum of Natural History. “Dovremo reinterpretare tutto ciò che pensavamo di sapere.”

Si pensa che i Carib abbiano invaso i Caraibi dalla costa del Sud America e abbiano rapidamente travolto le tribù locali. Temendo per le loro brutali incursioni, la leggenda narra che mangiarono la carne dei nemici conquistati in uno spaventoso spettacolo di potere.

Go to TOP