Notre Dame de Paris arriva al Teatro di Verdura di Palermo

Ultimi biglietti disponibili per le nove date palermitane di Notre Dame de Paris. L’opera moderna più famosa al mondo, prodotta da David Zard e Enzo ed organizzata nell’Isola da Giuseppe Rapisarda Management, sarà al Teatro di Verdura di Palermo da domani al 22 ed il 24 luglio. Gli appuntamenti isolani continueranno poi nella Valle dei Templi di Agrigento (in collaborazione con Il Sestante) dal 28 al 30 luglio e al Pal’Art Hotel di Acireale dal 17 al 20 novembre. Notre Dame de Paris debuttava al Palais des Congrès di Parigi il 16 settembre 1998, nella sua versione originale francese, e fu subito trionfo.

Quattro anni dopo, David Zard produceva la versione italiana con l’adattamento di Pasquale Panella: il 14 Marzo 2002, al Gran Teatro di Roma, costruito per l’occasione, si teneva la ”prima” di quello che sarebbe stato il musical dei record; un’emozione che, da allora, ha ”contagiato” oltre due milioni e mezzo di spettatori. “Notre Dame de Paris è un’alchimia unica e forse irripetibile, che porta innanzitutto la firma inconfondibile di Riccardo Cocciante per le musiche, definite da tutti sublimi, e le parole, che raccontano una storia emozionante, scritte da Luc Plamondon e, nella versione Italiana, da Pasquale Panella; le coreografie ed i movimenti in scena sono curati da Martino Müller; i costumi sono di Fred Sathal e le scene di Christian Rätz; diretti magistralmente dal regista Gilles Maheu: un team di artisti di primo livello che hanno reso quest’opera un assoluto capolavoro”, spiegano gli organizzatori. Il pubblico italiano ha sempre richiesto di rivedere Notre Dame de Paris con il cast originale ma la cosa sembrava impossibile.

Alle audizioni per il ritorno dello spettacolo in Italia, si sono presentati centinaia di giovani e alcuni degli interpreti storici, e Riccardo Cocciante è rimasto sorpreso quando, tra turni di provinanti, ha visto apparire, invitati da David Zard, anche alcuni degli interpreti storici che hanno portato al trionfo lo spettacolo. E’ stato Pasquale Panella a suggerire a Cocciante di avviare i giovani all’interpretazione dei ruoli da parte di chi ha già vissuto la magia di quest’opera. E così si è deciso di fare una sorta di staffetta: un primo cast che passa il testimone ad un secondo, composto da un nuovo gruppo di artisti che sarà selezionato durante il tour che debutterà a Milano a marzo, per concludersi all’Arena di Verona a settembre. Il primo cast vedrà protagonisti Lola Ponce (Esmeralda), Giò Di Tonno (Quasimodo), Vittorio Matteucci (Frollo), Leonardo Di Minno (Clopin), Matteo Setti (Gringoire), Graziano Galatone (Febo) e Tania Tuccinardi (Fiordaliso)

Go to TOP