Accadde oggi. 23 novembre 1980, il terremoto in Irpinia

Il 23 novembre di 37 anni fa, la terra trema in Campania. Una scossa violentissima: 6,5 gradi Richter che cambia per sempre il volto del Sud Italia. Oltre 6 milioni di persone vengono colpiti in più di 680 comuni, 70 dei quali letteralmente rasi al suolo. I morti sono quasi 3mila, 280mila i senza tetto, più di 360mila le abitazioni sbriciolate. L’epicentro, in Irpinia, a 30 Km di profondita tra le province di Avellino e Salerno. Per ricordare il dramma e i morti di quel tragico evento, Rai5 manderà in onda, sabato 25 novembre 2017 alle 22.15, lo spettacolo “Il Fulmine nella terra. Irpinia 1980”, un monologo teatrale, interpretato dall’attore salernitano Orazio Cerino, basato su articoli di giornale, testimonianze e documenti originali, che ricostruisce i primi giorni del sisma raccontando le storie delle vittime e dei soccorritori, l’impreparazione, gli errori e soprattutto i ritardi, ammessi anche dal Presidente della Repubblica dell’epoca, Sandro Pertini. In alcune zone i soccorsi arrivarono solo dopo 5 lunghissimi giorni, quando ormai era troppo tardi. La ricostruzione poi, tra costi quadruplicati e appalti truccati dalla camorra, è stata una catastrofe nella catastrofe. Ma la gente ha reagito, ha chiuso i denti e ha ricostruito. Lo show in onda su Rai5, scritto da Mirko di Martino, direttore del Teatro dell’Osso di Napoli, è stato patrocinato dal Giffoni Experience, per la regia di Luca Apolito. Le musiche originali sono di Nicola Dragotto, Bruno Tomasello e Polo Sud Edizioni Musicali.

What Next?

Related Articles