Zampognarea, una settimana all’insegna della musica tradizionale

Di Fausta Testaj

Si è svolta sabato 7 dicembre alle ore 19.00 l’inaugurazione della XVI edizione del festival “Zampognarea – Il mondo delle zampogne tra uomini e suoni”, presso la Sala dell’Esedra in via Teatro Greco 11 a Catania, per l’occasione, accompagnata dalla musica dal vivo con zampogne e cornamuse, sarà aperta al pubblico la mostra di strumenti musicali e fotografie, visitabile durante tutto il periodo delle feste natalizie.

Zampognarea è un festival che dedica la sua programmazione alla conoscenza e alla diffusione del patrimonio musicale tradizionale, in particolare degli strumenti ad ancia, realizzato dalle associazioni Areasud e Darshan, con il patrocinio dell’Assessorato del Turismo, Sport e Spettacolo e del Parco archeologico e paesaggistico di Catania e della Valle dell’Aci della Regione Siciliana, e dell’Assessorato alla cultura del Comune di Catania.

La manifestazione, con la direzione artistica di Maurizio Cuzzocrea, prevede un ricco calendario di eventi che si protrarranno fino al 6 gennaio 2020 con concerti, workshop sulla costruzione di strumenti musicali, laboratori per bambini, incontri e visite guidate della mostra per le scuole, fruibile tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 17.00 (presso la Sala dell’Esedra del Teatro Romano, ad ingresso libero).

Una kermesse itinerante che coinvolgerà vari luoghi della città di Catania: la Sala Esedra (via Teatro Greco 11); le Terme dell’Indirizzo (Piazza Currò); la Chiesa di San Filippo Neri (Via Teatro Greco 32); la Chiesa Sant’Anna (Via Sant’Anna 14); la Chiesa di S. Maria dell’Aiuto (Via Consolato della seta 57); il Coro di Notte del Monastero dei Benedettini (Piazza Dante 32); le Terme della Rotonda (Piazza della Mecca).

“Zampognarea rappresenta ancora una volta la tradizione, – ha dichiarato il direttore artistico Maurizio Cuzzocrea – che muove dalla Sicilia per esplorare l’Italia e il mondo, sia con la mostra che vede l’esposizione di strumenti di pregio provenienti da tutto il mondo, sia con i concerti che spaziano dalla tradizione orale siciliana, al mondo della musica classica, fino ai repertori dell’est europeo. Da quest’anno stiamo lavorando a una rete europea di festival e associazioni impegnati nella promozione e valorizzazione degli strumenti ad ancia, con l’obiettivo di portare i suoni siciliani nei contesti internazionali.”

Tra gli eventi in programma un concerto con gli strumenti ad ancia nella tradizione classica, interpretata dal Trio Reeds, direttamente dell’orchestra del Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania (8 dicembre); un laboratorio di danza tradizionale del Pollino, con musica per zampogna dal vivo (14 dicembre); un workshop di costruzione dei clarinetti di canna della Sardegna (15 dicembre);un concerto del coro polifonico Saucejas che viene dalla Lettonia (28 dicembre); un concerto del trio Oi Dipnoi (29 dicembre); un concerto zampognaro presso il carcere minorile di Acireale (2 gennaio) e molto altro ancora.

“Zampognarea” rientra tra le iniziative inserite in “Italiafestival”, la più importante associazione di festival italiani, nella quale Areasud è stata ammesse quale rete locale di festival e rappresenta l’unica realtà siciliana nella prestigiosa rete nazionale.

Dall’edizione 2019 Zampognarea si può fregiare del marchio EFFE LABEL, il marchio di qualità dei festival europei, avendo superato la selezione della European Festival Association.

Alla realizzazione del festival partecipano la bottega d’arte Cartura, l’associazione Alkantara, che è impegnata nella didattica musicale secondo il metodo Abreu e l’Oratorio San Filippo Neri, storica presenza nel centro storico catanese.

______________________

PROGRAMMA COMPLETO

Zampognarea – XVI edizione

Catania, 7 dicembre 2019 – 6 gennaio 2020

Direzione Artistica: Maurizio Cuzzocrea

Mostre, concerti, laboratori e incontri

Calendario

7/12 – Sala dell’Esedra – ore 19:00

Inaugurazione mostra di strumenti musicali e fotografie con musica dal vivo e la partecipazione di esperti e suonatori

8/12 – Terme dell’Indirizzo – ore 11:00

Trio Reeds

Concerto con Roberta Brafa – oboe, Giuseppe Casano – clarinetto e Francesco Zanetti – fagotto

Gli strumenti ad ancia nella tradizione classica nell’interpretazione dei professori d’orchestra del Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania

12/12 – Chiesa S. Filippo Neri – ore 19:00

Natus Est

Concerto con Franco Barbanera, Maurizio Cuzzocrea e Vittorio Ugo Vicari

Canti e suoni del Natale nella tradizione siciliana

14/12 – Sala dell’Esedra e aule didattiche – dalle 17:00 alle 20:00

Laboratorio di danza tradizionale del Pollino

A cura di Angelo Salerno, con musica per zampogna dal vivo

15/12 – Sala dell’Esedra e aule didattiche –dalle 10:00 alle 13:00

Sonu de Canna: workshop di costruzione dei clarinetti di canna della Sardegna

A cura di Roberto F. Catalano

16/12 – Sala dell’Esedra e ambulacri del Teatro Romano – dalle 17:30 alle 20:30

Abreu e la zampogna

Un confronto tra metodi di insegnamento musicale

a seguire

Esibizione dell’ensemble di fiati Alkantara

Diretto da Antonio D’Addona

19/12 – Chiesa S. Filippo Neri – ore 19:00

Natus Est

Concerto con Franco Barbanera, Maurizio Cuzzocrea e Vittorio Ugo Vicari

(riservato ai ragazzi dell’Oratorio San Filippo Neri)

27/12 –Auditorium don Mario Santagati – Chiesa di S. Maria dell’Aiuto – ore 19:00

Troppu very well

Concerto di presentazione del CD di Francesco Giunta, con Giuseppe Greco

28/12 – Coro di Notte del Monastero dei Benedettini – ore 19:00

Maga, maga abelena

Concerto del coro polifonico Saucejas (Lettonia)

29/12 – Chiesa S. Anna – ore 19:00

Suez

Concerto del trio Oi Dipnoi

30/12 – Terme della Rotonda – ore 19:00

Evocazioni e invocazioni

Concerto di Davide Ambrogio

02/01 – Carcere minorile di Acireale – ore 16:00

Concerto zampognaro di Capodanno

(riservato agli ospiti e agli operatori della struttura)

04/01 dalle 15:30 alle 18:30

05/01 dalle 10:00 alle 13:00

Sala dell’Esedra – aule didattiche

Laboratorio di liuteria creativa per bambini

a cura di Claudia Barone La Giocattolaia

06/01 – Sala dell’Esedra

Chiusura delle attività

Dal 9 al 20 dicembre – Sala dell’Esedra e aule didattiche

Visite guidate della mostra per le scuole

Go to TOP