Il nuovo vocabolario della politica e dell’informazione

Ormai non ci facciamo più attenzione ma molte parole e il loro significato logico lessico-naturale,é cambiato in modo strumentale.

Vediamo tutti i casi: quando una persona subisce un torto ,un danno chiede: Giustizia! In politica non è così lui è un giustizialista! Una persona che ha il senso etico del pudore e il rispetto delle donne non è un “ giusto moralista” ma un “puritano”! Quando denunci una intesa a danno della collettività da parte di più soggetti responsabili del bene pubblico, non sei una persona perbene ma sei un ossessionato da” complottismo”! Quando chiedi una più equa redistribuzione della ricchezza non sei un “un buon politico” ma sei uno che per invidia vuole togliere soldi ai ricchi! Se vuoi imporre delle regole trasparenti alla realizzazione di opere pubbliche, non sei “onesto” sei invece”incompetente”! Quando ritieni che il tuo lavoro è una “missione” non sei un missionario ma un “esibizionista”!

Inoltre quando pensi di discutere con l’Europa su flessibilità e ripresa del tuo paese non sei un “uno dei fondatori dell’Europa e quindi dell’Euro “ ma sei uno che” cerca di mandare il paese alla malora”.

Se un rappresentante di un partito inviso ai giornalisti sbaglia un congiuntivo, sei un ignorante perché non hai la laurea! Se invece in un partito di Governo lo fai, passa inosservato e nessuno dirà mai che in questo paese il Ministro della Giustizia,dell’Istruzione,della Sanità ed altri sono diplomati e non si sa dove e come!!!!!!

Tralasciando “ gli inconsistenti” quali Gruber, Merlino, Panella ,Floris, Formigli ecc.ecc. se ibridi come Vespa e Fazio vogliono eludere il tetto dei 240.000 euro fissato per i giornalisti Rai, si dichiarano “Artisti” e firmano contratti di “1.800.000” euro annui! Pero’ la  Rai, in mano non ai proprietari, cioè a noi abbonati paganti cittadini, quando vuole, decide che questi due “signori” ormai trentennali divoratori dei nostri canoni, firmino  da “artisti” ma poi potranno  intervistare  in “clima elettorale” politici premier candidati agendo da giornalisti e quindi da 240.000 euro annui!

Questo ovviamente accade perche’ sono posti lottizzati dai vecchi partiti di governo che “servono a far  massacrare chi è all’opposizione” ed elogiare lecchinamente e servilmente coloro che hanno loro concesso l’ambiguita’ di funzioni!

Chi leggerà questo articolo mi auguro non senta la mia stessa sensazione di ricorrere ad un”Plasil” per non vomitare!!!!!|

Alfredo Taglialatela

Vai a TOP