secondigliano

Prende il via domani, con la distribuzione del primo libro agli studenti delle scuole medie di Secondigliano, la seconda edizione del “Premio letterario Sgarrupato” promosso per ricordare la memoria dello scrittore napoletano Marcello d’Orta. La manifestazione si svolge nell’ambito del Secondigliano libro festival, promosso dall’Associazione italiana maestri cattolici per promuovere la lettura e, più in generale, per il miglioramento dei livelli culturali dei giovani della periferia Nord di Napoli.

Agli studenti delle terze classi delle cinque scuole medie di primo grado (Berlinguer, Errico-Pascoli, Lucrezio Caro, Pascoli 2, e Savio) e dell’Istituto professionale per il commercio e turismo saranno distribuite 100 copie del libro “Novanta” di Lorenzo Marone (ed. Pironti) che saranno lette a casa, commentate a scuola e discusse nel corso di un incontro con l’autore in programma il 17 gennaio nel teatrino della parrocchia dei Missionari dei Sacri cuori.

A inizio dicembre, poi, saranno distribuite copie del libro “L’isola dei fiori di capperi” del giornalista Vito Faenza (ed. Spartaco), che consentirà di aprire un dibattito sui temi della legalità e della criminalità organizzata in un incontro programmato a metà febbraio; a metà gennaio, infine, andrà in lettura “Toghe verdi” della giornalista Stefania Divertito (ed. Verdenero), una articolata inchiestra sui disastri ambientali in Italia. L’incontro con l’autrice è in programma a nmetà marzo.  Complessivamente saranno acquistate e distribuite 300 copie dei tre libri.

SeLF si concluderà a fine maggio con una manifestazione nel corso della quale si esibiranno le orchestre delle scuole statali del quartiere e che vedrà impegnati gli oltre 200 studenti partecipanti al SeLF nella votazione e assegnazione del “Premio letterario Sgarrupato”.

Parallelamente al progetto lettura, il Secondigliano libro festival ha promosso una iniziativa tendente a stimolare la fantasia degli alunni delle quinte classi delle scuole elementari del quartiere (Alfieri, Berlinguer, Berlingieri, Carbonelli, Parini e Sauro). Su tema “a carocchie a carocchie Pulicenella accerette ‘a mugliera” i ragazzi sono invitati ad elaborare storie di fantasia partendo dalla grande tradizione culturale partenopea ed avendo come voce narrante la celeberrima maschera. Le storie saranno poi esposte al pubblico e poi raccolte in un libro.

Per la prima volta, grazie all’iniziativa del Secondigliano libro festival tutte le scuole del quartiere, di ogni ordine e grado, lavoreranno attorno ad un unico progetto, quello della crescita culturale.

SeLF si tiene con il contributo dell’Aeroporto internazionale di Napoli e dell’Ordine dei giornalisti della Campania, con il patrocinio del Comune di Napoli, dell’Ordine dei giornalisti della Campania e della Regione Campania (per la sola serata finale) e con la collaborazione dell’Istituto professionale Vittorio Veneto, della LS Comunicazione, dell’associazione culturale Arte presepiale e dei Missionari dei Sacri cuori.