Ancora non si è insediato, ancora non si conosce il suo futuro, ma il neogovernatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca,  ha già incontrato in maniera informale gli amministratori locali dei comuni della Terra dei Fuochi. Un incontro per dare un segnale chiaro, lui l’impegno l’ha preso e andrà avanti con le sue idee:eliminare le ecoballe, bonifica del territorio e un no chiaro ad altri termovalorizzatori.

Sono già al lavoro per dare piena attuazione al programma elettorale condiviso e votato dai cittadini campani. – ha dichiarato De Luca . Stamattina ho svolto una prima riunione informale – finalizzata all’eliminazione delle ‪ecoballe e alla bonifica della ‪#TerradeiFuochi‬ – con i Sindaci di Villa Literno, Acerra, Castel Volturno, Parete, Calvizzano, Cardito, il vice sindaco di Qualiano, gli assessori di Villaricca e i consiglieri regionali Tommaso Casillo e Lello Topo.

L’eliminazione delle ecoballe e la bonifica della Terra dei Fuochi sono il mio primo impegno a tutela della salute dei cittadini, per la salvaguardia dell’ambiente, per la ripresa dell’agricoltura e del turismo. Abbiamo fatto una valutazione approfondita della situazione e definiremo a breve la metodologia di intervento più moderna con tempi certi e serrati: entro un mese si dovrà decidere tutto.

No ad altri termovalorizzatori. Va costituito da subito un nucleo di controllo sanitario sui territori per dare serenità alle famiglie, e bisogna intervenire immediatamente sui roghi e sulla prima messa in sicurezza delle discariche esistenti. Non si dovrà perdere un minuto di tempo: le soluzioni saranno illustrate ai cittadini entro il mese di giugno, sempre d’intesa con gli amministratori
e le comunità locali.”

Insomma, il neogovernatore non vuole perdere tempo e agire in fretta, anche se per adesso ha incontrato solo le istituzioni locali, niente Comitati o associazioni ambientaliste.

Classe 1972, giornalista pubblicista del 1994, ha collaborato con agenzie di stampa, carta stampata, radio e tv private