Vedi Napoli e poi cadi, le strade ad alto rischio del Vomero…

Via Scarlatti avvallamento copertoA Napoli in questi giorni tiene banco la situazione disastrosa delle strade cittadine con dissesti che, peraltro, mietono tantissime vittime, anche con un tributo di sangue. Danni incalcolabili per la società civile e per le casse pubbliche, pure alla luce delle numerose sentenze di condanna al pagamento. Si parla di somme a diversi zero di euro risarciti alle vittime dei dissesti, soldi che potrebbero essere più proficuamente investiti per il risanamento delle strade interessate. Al riguardo sul social network più gettonato del momento, Facebook, è nato il gruppo dal titolo emblematico: “ Buche partenopee, vedi Napoli e poi…cadi “, al link http://www.facebook.com/group.php?gid=118555458162699 . Un gruppo fondato dal presidente del Comitato Valori collinari, Gennaro Capodanno,  che ha ricevuto un’ottima accoglienza da parte degli internauti, superando il traguardo dei 2.600 iscritti,  i quali possono segnalare le buche e gli avvallamenti rilevati sulle strade e sulle piazze della Città. Un importante contributo, anche fotografico, che viene messo a disposizione di quanti interessati.

 “ Questo gruppo – afferma Capodanno nella presentazione – nasce con il precipuo scopo di segnalare alle autorità competenti, con foto e racconti, i dissesti e le buche presenti sulle carreggiate e sui marciapiedi delle strade napoletane, che, in molti casi, sono presenti da tempo. Numerosi i passanti vittime dei dissesti sui marciapiedi. Altrettanto folta la pattuglia degli automobilisti e, principalmente, dei motociclisti vittime di buche e voragini sulle carreggiate. Quando va bene a risentirne è la colonna vertebrale, per i continui sbalzi determinati dalle precarie condizioni di molte strade  “.

 “  Tante le segnalazioni di nuove buche che si sono aperte negli ultimi giorni sui marciapiedi e sulle carreggiate delle strade di diversi quartieri – continua Capodanno -. Disastrose le condizioni di alcune arterie, tra le quali spiccano quelle delle strade del quartiere collinare del Vomero. In particolare nell’isola pedonale di via Scarlatti, dove negli ultimi giorni si sono manifestati diversi avvallamenti, uno dei quali è stato addirittura coperto con una cassetta di legno per la frutta, per scongiurare la possibile caduta dei passanti “.

 

Go to TOP