Universiadi, quel video è un “pezzotto”: scambio di accuse fra la Regione Campania e i “grillini”

“Il video di promozione delle ‘Universiade 2019’ visibile sul sito della Giunta della Regione Campania e portato a Bruxelles, al ‘Meeting of the Fisu executive committee’ è un collage  di immagini rubacchiate o meglio saccheggiate da altri lavori senza neppure citarne la fonte come è giusto che sia. Tecnicamente un ‘pezzotto’ dove sul finire del filmato si può ammirare anche un fotogramma autocelebrativo  dello stesso presidente De Luca, che con sguardo da statista scruta  il futuro. E’ possibile che la Giunta anche alla luce della neo costituenda Agenzia regionale per le Universiade e con tanto di dotazione di fondi non sia riuscita a dar vita a un prodotto originale?”. Così in una nota Vincenzo Viglione, consigliere regionale della Campania del Movimento Cinque Stelle. “Ciò che colpisce – continua Viglione – è che le opere non sono state citate nei credits e i cui autori, da quanto appreso nella maggior parte dei casi, non hanno nemmeno autorizzato preventivamente la Regione Campania all’utilizzo”. “Si tratta di un video pirata, illegale a cui è affidato in tre minuti la promozione di Napoli – sottolinea –  dei luoghi caratteristici, delle tipicità gastronomiche, delle bellezze architettoniche, naturali e archeologiche viste da terra, mare e cielo”. “A questo punto sarebbe il caso che dalla Giunta qualcuno spiegasse le ragioni di questo comportamento – conclude – offensivo nei confronti di autori, giornalisti e professionisti che lavorano nella comunicazione e hanno il diritto di vedersi riconosciuti pubblicamente le loro opere”.

La replica della Regione Campania non si fa attendere:

In merito alle notizie sul presunto “saccheggio” di immagini nel video presentato dalla Cusi (Federazione italiana sport universitari) e dalla Regione Campania a Bruxelles, e premiato insieme al dossier su Napoli e la Campania con l’assegnazione delle Universiadi 2019, si precisa quanto segue:

  1. Il video firmato dalla società “Aton” di Torino è realizzato con il 90% di immagini originali prodotte in house e di proprietà della Regione Campania.
  2. Nel video sono stati montati 8 secondi di immagini – su 3 minuti totali – che sono state prelevate sul web. Circolano liberamente da mesi su YouTube e sui social.
  3. Gli autori titolari dei diritti di immagini, sono stati contattati senza risultato dalla società di produzione. Che in ogni caso ribadisce: “Chi si ritenesse titolare di diritti insoddisfatti per i materiali utilizzati è invitato a contattarci, tenendo presente che al termine del video non ci sono credit: nessuno si è appropriato di niente. Non è stata fatta alcuna operazione commerciale, e come dimostra l’apprezzamento ricevuto e il risultato conseguito, si tratta di una esclusiva operazione promozionale per l’immagine di Napoli e della Campania”.
  4. Per ulteriore chiarezza, nel video, per altri 8 secondi, si vedono anche immagini tratte da film che girano sul web di Totò, Eduardo, Sofia Loren e Massimo Troisi.
Go to TOP