I treni di Italo diventano americani per 2,5 miliardi

I treni di Italo diventano americani. Nella tarda serata di ieri è stata accettata l’offerta di acquisto presentata da un fondo di investimenti americani. Non cambia il nome ma la società che fa concorrenza a Trenitalia sulle tratti ad alta velocità ha accettato l’offerta di acquisto del 100% del capitale da parte del fondo statunitense Gip. Un’offerta da poco meno di 2 miliardi che, sommando però l’indebitamento di cui si farà carico, il prezzo pagato per Italo arriva a 2,4 miliardi.

L’offerta è stata accettata nella tarda serata di ieri dopo un consiglio di amministrazione durato sei ore. L’operazione arriva pochi giorni da quello che doveva essere l’avvio della quotazione in borsa che a questo punto verrà ritirata. Gip che sta per Global infrastructure partners è il più grande fondo al mondo alimenti infrastrutture. Vale circa 40 miliardi di dollari gestisce l’aeroporto londinese di Gatwick quello di Edimburgo ed è uno dei primi operatori ferroviari australiani

Vai a TOP