Trading online: Trading Center spiega come evitare gli errori più frequenti

Il trading online è un settore che interessa a molti e sempre più persone si stanno interessando all’opportunità di investire il proprio denaro sui mercati finanziari.

Tuttavia, come spesso accade, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Gettarsi a capofitto nel mondo degli investimenti finanziari con il trading online potrebbe non essere la scelta più saggia per un principiante.

All’inizio dell’esplosione di notorietà di questo settore i numeri parlavano chiaro: oltre l’85% delle operazioni eseguite con il trading online non andava a buon fine e gli utenti che perdevano soldi erano molti di più rispetto a coloro che riuscivano a ottenere profitti.

Come se non bastasse, anche chi riusciva a registrare profitti comunque era solito commettere errori nella gestione del portafogli tali che anche i profitti erano bassi.

In altre parole, il gioco non valeva la candela. Tuttavia invece che decrescere, l’interesse per il settore aumentò con il passare degli anni.

Ma per quale motivo è accaduto questo?

Gli errori più frequenti: facili da commettere ma anche da prevenire

Il problema fondamentale della maggior parte delle perdite con il trading online riguardava errori elementari che gli utenti commettevano senza accorgersene.

Il settore informativo sul trading online ha sempre peccato di un complessivo disinteresse da parte dei canali ufficiali. Anche le stesse autorità competenti, CONSOB compresa, hanno iniziato solo in tempi recenti a pubblicare costanti “Avvisi ai risparmiatori”.

Se il settore informativo lasciava a desiderare, una decina di anni fa quello formativo era pressoché inesistente. Si assistette ad un fiorire di forum sul trading online proprio per cercare di sopperire a questo vuoto con la condivisione di esperienze e conoscenze accumulate.

La maggior parte degli errori più fatali circa gli investimenti online, infatti, possono essere facilmente evitati grazie ad una buona informazione e un minimo di formazione iniziale.

Trading Center: la nascita delle guide al trading online

La prima grande rivoluzione circa il trading online è stata operata dalle guide divulgative, come quelle che gli utenti possono trovare su www.TradingCenter.it.

La nascita delle guide divulgative deve molto ai primi forum sul trading online: il principio di base, infatti, è lo stesso. Utenti che hanno investito e che si sono formati circa le strategie, le tecniche di investimento e soprattutto gli errori da evitare.

Questa loro conoscenza converge in contenuti mirati ad informare l’utente, a consigliare come muovere i primi passi e, soprattutto, ad evitare quegli errori elementari che spesso causano il fallimento di non pochi investimenti.

Le guide di trading online che spiegano come fare per evitare gli errori nel trading, come comportarsi per investire su alcuni titoli particolarmente promettenti e, soprattutto, a quali piattaforme affidarsi, hanno permesso un progressivo abbassamento della percentuale di investimenti fallimentari.

Se un decennio fa la percentuale oscillava tra l’85% e il 90%, infatti, attualmente si è abbassata di circa dieci punti percentuali, arrivando anche al di sotto del 67% in alcuni casi.

Errori di trading: da cosa dipendono?

Gli errori nel trading online dipendono soprattutto da due particolari approcci errati agli investimenti.

Non sono pochi i trader alle prime armi, infatti, che pensano al trading online come ad un settore simile alle scommesse. Del resto, agli occhi di numerosi principianti, gli investimenti si riducono ad una statistica sulle possibilità che il prezzo salga o meno.

Nulla di più sbagliato: gli investimenti finanziari sono una scienza pratica e si basano su analisi e previsioni matematiche da realizzare sui titoli. Guide come quelle che si possono trovare su Trading Center hanno il vantaggio di spiegare semplicemente come realizzare questo tipo di analisi.

Il secondo principale errore, invece, riguarda la gestione dei soldi. In questi casi la regola è semplice: mai investire più del 5% del proprio capitale in ogni singola operazione.

Go to TOP