Torna il Premio Lydia Cottone: tra le premiate l’attrice Marina Confalone

Torna il Premio Lydia Cottone: tra le premiate l’attrice Marina Confalone

Torna il “Premio Lydia Cottone”, l’evento a cura dell’associazione “Napoli è Donna” che intende premiare tutte quelle donne che lavorano con dedizione e successo dando lustro a Napoli e alla Campania ma che alcune volte rimangono nell’ombra. La cerimonia di premiazione dell’evento, dedicato all’artista partenopea scomparsa alla fine degli anni 90’ autrice, tra l’altro, della scultura dedicata a Salvo D’Acquisto in Piazza Carità a Napoli, si svolgerà nella Sala Consiliare del Complesso di Santa Maria La Nova (Piazza Santa Maria La Nova 44) giovedì 16 maggio alle ore 10,30. Al termine della cerimonia seguirà un light lunch a cura di Cuori di Sfogliatella.

Tante le novità di questa IV edizione come spiega, Arianna Cavallo, presidente dell’associazione Napoli è Donna: “Il Premio negli anni è cresciuto sempre più tanto che oggi gode di un ampio consenso cittadino come dimostrano gli innumerevoli patrocini concessi, ma soprattutto, per la prima volta, la manifestazione è stata inserita nel calendario del Maggio dei Monumenti del Comune di Napoli. Siamo felici di accogliere e premiare tante donne come l’attrice Marina Confalone alla quale consegneremo il premio speciale che lo scorso anno ha ritirato Isa Danieli. Vorrei sottolineare, però, che questo evento rappresenta anche un punto di incontro e relazione tra donne infatti, a consegnare i premi ci saranno proprio le ex premiate delle passate edizioni. Fare rete e darsi una mano è l’obiettivo finale del premio”.

L’evento gode del patrocinio morale del Consiglio della Regione Campania, Comune di Napoli Assessorato alla cultura e al turismo, Città Metropolitana di Napoli, Università degli Studi di Napoli Federico II, Ordine dei Commercialisti di Napoli, Camera di commercio di Napoli. Sponsor della manifestazione: Gallucci Cisterna dell’Olio, Cuori di Sfogliatella, Sebastiano Di Paolo Fioristi, Macos Pubblicità, Sirens Cosmetics Sorrento, Antica Distilleria Petrone, Mario Occhiobuono Fotografo.

A cura di Mani e Vulcani Magazine, è possibile prenotare per giovedì 16 maggio, una visita guidata gratuita al Complesso di Santa Maria La Nova prenotandosi ai numeri: 081 5499953 – 3357851710 www.manievulcani.com (raduno ore 9,30 inizio visita ore 10).

“Napoli è Donna – Premio Lydia Cottone” 2018/2019 verrà assegnato a:

alla giornalista del quotidiano Il Mattino Marilicia Salvia, alla presidente del Dipartimento di matematica dell’Ateneo Federico II Cristina Trombetti, alla dirigente scolasticaEugenia Carfora, alle manager dello sport Rosanna e Valentina Vigorito, alla chef stellata Rosanna Marziale, all’artista Carla Viparelli, all’imprenditrice Rossella Paliotto, alla giovanissima alfiere della Repubblica Anna Balbi, all’attrice Marina Confalone, al Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Beatrice Covassi, alla Nonna social di Casa Surace Rosetta Rinaldi, alla preside Silvana Dovere e all’associazione Onlus “Tutti i colori”.

Elenco premiate IV edizione

Giovane talento: Anna Balbi

Premi di settore: Marilicia Salvia, Cristina Trombetti, Eugenia Carfora, Rosanna e Valentina Vigorito, Rosanna Marziale, Carla Viparelli, Rossella Paliotto, Silvana Dovere, Rosetta Rinaldi (Nonna Rosetta), Associazione Onlus Tutti i colori

Premio nazionale: Beatrice Covassi

Premio speciale: Marina Confalone

Lydia Cottone è autrice di opere simbolo della città di Napoli, città dove nacque nel 1922 e morì all’età di 76 anni. Diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Napoli intraprese la strada della figurazione neorealista per conquistarsi ben presto uno spazio autonomo di taglio espressionista. Suoi il monumento a Salvo D’Acquisto in Piazza Carità, i due gruppi bronzei di “Alfa e Omega” nel nuovo cimitero di Poggioreale e il “Podista e il Discobolo” esposti nei giardinetti di Piazza Quattro Giornate. Nel cortile del Complesso di Santa Maria La nova sono esposte le sue pietre ollari, donate all’Ente Provincia di Napoli (oggi Città Metropolitana) nel 1998, un anno prima della sua scomparsa. Altre sue opere sono esposte in importanti sedi europee come Copenaghen e San Pietroburgo.

Share this post