Timur Vermes sceglie i Dialoghi di Trani per presentare “Gli affamati e i sazi”

Uno dei protagonisti più attesi della XVIII edizione dei Dialoghi di Trani, tra le più importanti rassegne di saggistica a livello nazionale e la prima nel Mezzogiorno, è lo scrittore tedesco Timur Vermes che sarà per la prima volta in Puglia e nel Sud Italia per presentare il suo nuovo libro, “Gli affamati e i sazi” (Bompiani).

A sei anni da Lui è tornato (3 milioni di copie vendute nel mondo, 50.000 copie in Italia) Timur Vermes presenterà ai Dialoghi domenica 22 settembre (Palazzo Beltrani ore 17,00) un nuovo romanzo di satira politica, più che mai tempestivo ed attuale, che parla di profughi, tv e giornalisti, come i personaggi di un gigantesco reality, ambientato in Germania in un futuro non troppo lontano. Ad intervistare l’autore sarà il giornalista Giorgio Zanchini, neo conduttore del programma Quante Storie (Rai Tre).

L’edizione 2019 dei Dialoghi di Trani si propone, infatti, di affrontare le trasformazioni e le sfide della responsabilità rispetto ai problemi che ci assillano come singoli e come comunità: dalle disuguaglianze alle migrazioni, dalla disoccupazione allo sviluppo sostenibile, al rapporto con le forme della comunicazione che interessano diversi aspetti della vita individuale e sociale.

Tra i protagonisti dei Dialoghi ci saranno anche: Alessandro BariccoCarlo Verdelli, Salvatore VecaVito Mancuso, Stefano Zamagni, Sabino Cassese, Gustavo Zagrebelsky, Massimo Bray, Marta Cartabia, Concita De Gregorio, Moni Ovadia, Mauro BianiGiovanni GrassoValeriu Nicolae, Mattia Feltri, Annalena Benini, Concita De Gregorio, Carlo Bonini, Guido TonelliElena PulciniAntonello Pasini, Serena Dandini, Giorgio Zanchini, Edoardo Camurri, Paolo Flores d’Arcais, Simona Maggiorelli e molti altri.

Tra le altre novità editoriali, ai Dialoghi sarà presentato anche il nuovo libro del giornalista e vicedirettore di Repubblica Sergio Rizzo, “La memoria del criceto” (Feltrinelli), in libreria dal 12 settembre. Un viaggio nelle “amnesie italiane” dove l’autore osserva che «nella politica italiana tutto sembra fermo, immobile, perché la memoria del paese è corta e ogni volta si deve ricominciare da capo». Sergio Rizzo ne discuterà per i Dialoghi ad Andria, domenica 22 settembre (Chiostro San Francesco, ore 19,30).

Altri appuntamenti speciali della rassegna saranno la lectio magistralis del teologo Vito Mancuso su “Origine e motivazione della Responsabilità” nella splendida Cattedrale di Trani, dove sabato 21 settembre si esibirà anche il maestro Ramin Bahrami in una conferenza-concerto dal titolo “La scuola di Vienna attraverso le sue note più emozionanti”.

Infine, nell’ambito della rassegna tranese, oltre al cartellone di iniziative e reading per ragazzi nella sezione Dialokids, anche la IV edizione del “Premio Fondazione Megamark – Incontri di Dialoghi”, presentato dall’autrice e conduttrice televisiva Serena Dandini, e dedicato alle opere prime di narrativa italiana.

 

Il programma della rassegna è disponibile sul sito: www.idialoghiditrani.com

Share this post