La terra dei fuochi di Lecce, scoperti nuovo rifiuti sepolti

terra dei fuochi salento

Proseguono nel Salento i ritrovamenti di rifiuti speciali interrati, nell’ambito dell’inchiesta del pubblico ministero della Procura di Lecce Elsa Valeria Mignone. I carabinieri del Nucleo Operativo ecologico e quelli della locale Stazione hanno eseguito in contrada ‘Orie’ nelle campagne di Scorrano un decreto di ispezione di urgenza in un terreno di proprieta’ di una societa’ immobiliare di Lecce.

Gli scavi hanno portato alla luce, a una profondita’ di 6-8 metri, grandi quantitativi di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, costituiti da lastre sbriciolate di eternit, conci di tufo, pilastri di cemento armato, sanitari, guaine bituminose, blocchi di cemento armato, tapparelle, tubi per irrigazione, vasi e teli in plastica, imballaggi, pneumatici, terre e rocce di cavo, cavi elettrici, scarificato stradale, batterie di auto. Al termine dell’ispezione il terreno, esteso per 15mila metri quadrati, e’ stato sottoposto a sequestro probatorio per consentire ulteriori e piu’ approfondite attivita’ di carotaggio ed escavazione dell’area.

Le indagini proseguiranno nei prossimi giorni e, anche in questo caso, punteranno a cercare di individuare gli autori del ‘tombamento’ dei rifiuti. L’attuale proprieta’ del fondo agricolo non ha alcuna responsabilita’ a riguardo e nel procedimento compare come parte lesa

Go to TOP